CONDIVIDI
Andrea Iannone
Amdrea Iannone (©Getty Images)

MotoGP | Andrea Iannone parla del suo futuro e di Valentino Rossi: “Grande esempio, ha quasi 40 anni ed è ancora in testa”.

Nel 2017 Andrea Iannone ha vissuto un primo anno difficile con il suo nuovo team. Suzuki ha commesso e ammesso alcuni errori nello sviluppo della GSX-RR, ma quest’anno può contare sulle concessioni del regolamento per compiere ulteriori passi avanti. Il motore non sarà congelato e quindi i tecnici di Hamamatsu potranno apportare eventuali modifiche in caso di necessità, al contrario della scorsa stagione, quando il V4 troppo aggressivo ha causato non pochi problemi di grip.

L’inizio di campionato non è stato scintillante per il pilota di Vasto, ma non perde l’ottimismo alla vigilia del GP di Austin e non avverte la pressione del rinnovo di contratto nè dall’ambiente: “Ho avuto più pressione l’anno scorso rispetto a questo, perché ora arrivo più o meno come pilota di punta. L’anno scorso la stagione è stata difficile, ma ho imparato molto“, ha ammesso in un’intervista a Motogp.com. “Quest’anno abbiamo uno sviluppo aperto e, per noi, questo è un buon vantaggio in questo momento, è importante prendere il 100% di vantaggio da queste regole”. La GSX-RR 2018 è sicuramente un passo avanti rispetto alla moto dell’anno scorso, ma c’è ancora bisogno di lavorare per garantire maggior agilità nelle percorrenze di curva. “Stiamo migliorando un po’ in tre o quattro aree, ma non è un grande passo, non abbiamo rivoluzionato la moto ma, in ogni caso, la Suzuki ha lavorato molto duramente e ha dato il 100% per migliorare il motore”.

Il futuro di Iannone resta incerto

Andrea Iannone è stato spronato a parlare del suo amico Valentino Rossi con cui ha condiviso molte battaglie in pista negli anni passati. “Penso che Valentino sia sempre un grande esempio, ha quasi 40 anni ed è ancora in testa”. Ma per The Maniac adesso è tempo di un’altra grande sfida, quella con il compagno di box Alex Rins. In gioco potrebbe esserci il rinnovo di contratto con Suzuki per il prossimo biennio, una materia non certo scontata dal momento che si parla di un probabile anche se difficile arrivo di Jorge Lorenzo in caso di rottura con Ducati: “Certo, abbiamo parlato del mio futuro e del futuro della Suzuki, ma non ho parlato solo con la Suzuki, ho altre proposte, ma la priorità è sempre quella di continuare con questa squadra, il gruppo è fantastico e ho anche un buon feeling con i giapponesi”. Ma Aprilia resta affacciata alla finestra per tentare di assicurarsi un fuoriclasse italiano…

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori