CONDIVIDI
Andrea Iannone (Getty Images)

MotoGP | Andrea Iannone non è ancora soddisfatto di questa Suzuki

Andrea Iannone non si trova in una situazione certamente felice. Dopo il buon 2016 dove era arrivata anche la sua prima vittoria in MotoGP, il rider di Vasto si era trasferito in Suzuki a trovare fortuna. Lì Vinales aveva spiccato il volo e l’italiano sperava di fare lo stesso, ma così non è stato.

La moto, infatti, ha mostrato delle inaspettate criticità. In particolare Andrea Iannone non è riuscito a trovare il giusto feeling con l’anteriore ritrovandosi molto spesso steso a terra dalla propria moto.

La Suzuki migliora, ma non è ancora al top

A peggiorare il tutto ci ha pensato anche una particolare attenzione da parte dei media nei confronti della love story che sta affrontando il rider italiano con la bella Belen. Nell’ultimo anno, infatti, Andrea Iannone è finito in copertina più per il gossip, che per i suoi risultati sportivi e la cosa non è di certo piaciuta al suo manager Carlo Pernat, che sembra proprio volersi allontanare da lui.

Paradosso dei paradossi, il giovane Rins in questi primi test di MotoGP è sembrato andare più forte dello stesso Andrea Iannone e questo non farà sicuramente piacere al rider italiano, che deve dare una risposta forte nel 2018 per dare una svolta alla propria carriera.

Come riportato da “Motorsport-total.com”, Andrea Iannone a margine dei recenti test ha così affermato: “Io non sono un rookie che si è entusiasma quando ha finito una giornata come il più veloce. Ci sono altri motivi, mi sforzo di continuare a lottare per buone posizioni, io sono onesto, non voglio prendere in giro nessuno. Essere il più veloce non significa nulla. Dobbiamo capire cosa accadrà durante il weekend”.

Il pilota di Vasto ha poi proseguito: “Sono rilassato perché posso guidare la moto come voglio, ma proprio come nel 2017 soffriamo la simulazione di gara. Non appena le gomme si consumano questa moto non va, sono contento, ma non soddisfatto al 100%”.

Antonio Russo