CONDIVIDI
Andrea Iannone (©Getty Images)

MotoGP | Andrea Iannone: “Con una moto competitiva lotterei con chiunque”

Quando mancavano cinque giri alla conclusione ha rischiato di prendere il comando della corsa approfittando del duello senza esclusione di colpi tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez, ma alla fine Andrea Iannone ha tagliato il traguardo del GP di Aragon in una pur più che dignitosa terza piazza.

“Sono molto felice perché ho battagliato tutta la gara con il campione del mondo e il vice 2017 che sono poi quelli che stanno lottando anche per il titolo di quest’anno”, ha affermato il pilota Suzuki. “Ad un certo punto ho provato anche a passare in testa. Sono stato competitivo e ho gestito il materiale che avevo a disposizione al meglio, per cui è giusto essere soddisfatti“.

Per l’abruzzese, questa prestazione incoraggiante non è stata una sorpresa: “Ieri in FP4 sono partito con coperture usate e ho avuto un gran passo infilando dei giri molto buoni, inoltre nel warm up di questa mattina siamo riusciti a fare un altro passettino in avanti ed era proprio quello che ci serviva”.

“In corsa la situazione è stata molto diversa forse perché abbiamo corso dopo la Moto2 o forse perché le temperature erano più alte, ma sono ugualmente riuscito ad amministrare gli pneumatici”, ha proseguito nell’analisi. “Ho anche provato a cambiare un po’ lo stile di guida in quanto in trazione andavo in crisi. Ho capito che dovevo aiutare la moto aprendo il gas con una certa gradualità. Non è stata una cosa facile”.

Il segreto del progresso del #29 potrebbe essere stata la scelta di adottare l’assetto privilegiato dal compagno di squadra Alex Rins.

“L’avevamo provato nei test”, ha spiegato. “Noi di solito abbiamo moto molto diverse, ma  a Misano ero partito bene e quando ero dietro di lui avevo notato che accelerava meglio di me. Aveva qualcosa di diverso rispetto a me nel posteriore ed ho ritenuto che fosse giusto provarlo. Ora siamo riusciti a migliorare”.

Se avessi una moto competitiva me la giocherei con chiunque“, ha quindi puntualizzato. “Credo non debba dimostrare più a nessuno le mie capacità e il mio talento. Le cose sono andate in un certo modo e vorrà dire che ricostruirò una situazione per arrivare in alto…”.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su  Google News