CONDIVIDI
Andrea Dovizioso e Marc Marquez (©Getty Images)

L’impresa è ai limiti del possibile per Ducati e Andrea Dovizioso. Serve un quasi miracolo per raggiungere il sogno mondiale, ma si arriva a Valencia senza troppa pressione. Perchè il risultato finale è andato oltre ogni aspettativa.

“Non credevo di trovarmi in questa situazione a inizio anno. Per questo sono ancor più contento di quanto abbiamo fatto in questo campionato. Abbiamo cominciato in una buona posizione alla prima tappa e poi abbiamo faticato un po’. Dopo il Mugello siamo stati competitivi e, tra alti e bassi, in grado di arrivare a quest’ultima tappa ancora in lotta per il campionato”.

“Abbiamo capito alcune cose che hanno funzionato durante le gare e quindi sono contento. 21 punti sono tanti, sarà molto difficile, ma è ancora tutto aperto. Possiamo solo vincere la gara, abbiamo una buona velocità, sappiamo che ci sono molti piloti veloci e vedremo che riusciremo a fare in gara”

Valencia è un circuito più favorevole alla Honda e allo stile di guida di Marc Marquez. “Non sento molta pressione perchè sono molto contento di questa stagione, so molto bene che abbiamo fatto – ha aggiunto Andrea Dovizioso -. Conosco i lati positivi e negativi della nostra moto e sono contento dei risultati ottenuti finora. Con Ducati ci sono stati alti e bassi, in passato ho faticato parecchio su questa pista. Ma credo che quest’anno potremo essere più competitivi, ma dovremo capire le gomme e la moto. Ma mi aspetto di essere più competitivo.