CONDIVIDI
Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Iniziata la trattativa per il rinnovo tra Ducati e Andrea Dovizioso, ma l’offerta è ancora distante dalle richieste del vicecampione del mondo.

Andrea Dovizioso e Ducati sono ancora distanti dall’accordo per il rinnovo di contratto. La trattativa è stata avviata prima del GP di Austin, ma l’offerta di Borgo Panigale ancora non soddisfa il vicecampione del mondo. Attualmente l’ingaggio del pilota italiano oscilla intorno a 1,5 milioni di euro a stagione più bonus, ma adesso il suo “montepremi” è più che triplicato.

Ad Austin ha sofferto Andrea Dovizioso, ma la Ducati in genere risultava in difficoltà tra le tortuose curve del COTA. A fine gara, interpellato dai giornalisti, il forlivese aveva lasciato trapelare un certo disappunto sul possibile rinnovo: “Sono abbastanza bravo a gestire queste cose. E’ logico che sarebbe stata meglio se fosse andata in un altro modo. Però ognuno fa quello che ritiene sia giusto. Stiamo continuando a parlare, vedremo...”. Se due anni fa i vertici Ducati potevano tirare sul prezzo, quest’anno non sarà possibile: al tavolo del tira e molla siede non solo il vicecampione iridato, ma è anche leader della classifica seppur di misura. Una posizione di forza che lo può spingere a chiedere di più, anche se le alternative sembrano poche.

Molto potrebbe dipendere dalla scelta finale di Jorge Lorenzo, in caso di addio l’offerta potrebbe salire. “Siamo lontani. Qui abbiamo avuto un incontro con la Ducati e finalmente abbiamo detto che dobbiamo continuare a lavorare per sentire a proprio agio Andrea”, ha ammesso Simone Battistella, manager di Dovizioso, a Motorsport.com. “Il pilota non sta chiedendo qualcosa di straordinario, niente di impossibile, solo quello che merita tenendo conto del lavoro che sta facendo. Ma in questo momento non siamo vicini a raggiungere l’accordo“.