CONDIVIDI
Andrea Dovizioso (Getty Images)

MotoGP | Andrea Dovizioso: “Contento, grande step in avanti, ma non basta ancora”

Grande segnale da parte di Ducati a Phillip Island che torna sul podio con Andrea Dovizioso dopo tanti anni di sofferenza qui in Australia. Il rider italiano si è piazzato subito nei primi posti a lottare con Iannone e Vinales e da metà gara in poi si è ritrovato addirittura a battagliare con il neo compagno di team Alvaro Bautista.

A fine gara Andrea Dovizioso ha provato a fare anche il colpaccio tentando il sorpasso su Iannone, ma alla fine si è dovuto accontentare del 3° posto. Un grande passo avanti per la Ducati che qui in passato ha sempre sofferto tantissimo e ora ha dimostrato per l’ennesima volta che questa moto riesce a farsi guidare su tutti i tracciati.

Dovizioso contento, ma ora vuole di più

Come riportato da “Sky Sport”, Andrea Dovizioso ha così dichiarato: “Si può sempre fare meglio, però è importante per noi fare un risultato di questo tipo a Phillip Island. C’era vento, questo ci ha messo meno in crisi rispetto a ieri. Era uguale per tutti oggi e siamo stati veloci, sono contento. Sono riuscito a mettermi nella posizione giusta al momento giusto”.

Il rider della Ducati ha poi proseguito: “Siamo arrivati tutti senza gomme a fine gara. Partendo dalla 3a fila era facile fare errori, ma sono contento di come è andata oggi, ma non basta, non basta quello che abbiamo. Abbiamo fatto un grande step in avanti rispetto all’anno scorso. Questo era il nostro obiettivo e sarà importante questo inverno per cercare di migliorare ancora un po’ questi piccoli aspetti”.

Andrea Dovizioso ha poi parlato anche del suo neo compagno di team Bautista: “Non l’avevo neanche visto nella tabella e me lo sono trovato accanto e ho pensato: ‘Cosa è questo rosso?’ Sinceramente sul potenziale di Alvaro non avevo alcun dubbio. Più di una  c’è arrivato davanti l’anno scorso, soprattutto su piste dove c’è un enorme consumo di gomma posteriore. Non sono così sorpreso della sua velocità, anche con una moto un po’ inferiore avrebbe fatto bene. In prova è caduto e ha avuto difficoltà, ma ha reagito bene per la gara”.

Il pilota italiano ha poi così concluso: “A fine gara non sono riuscito ad attaccare Andrea o comunque a lottare con Maverick perché soffriamo a centro curva. Stiamo cercando di diminuire il gap in tal senso. Facevo fatica con le gomme. La scelta della morbida all’anteriore sarebbe stata possibile, forse più che in altre moto. Secondo me la morbida sarebbe andata uguale, ma magari avremmo sofferto a fine gara”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.

Antonio Russo

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori