CONDIVIDI
Valentino Rossi Andrea Dovizioso
Valentino Rossi e Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Tra Valentino Rossi e Andrea Dovizioso vige un rapporto di “amicizia neutrale”. Mai diatribe a distanza o in pista, sempre pronti a scambiarsi una stratta di mano, ma mai per davvero compagni di vita. Del resto il forlivese non è mai stato ospite al Ranch di Tavullia e forse ha sofferto un po’ questo distacco del nove volte iridato.

“Mi trovo bene con Dovi, io ho rispetto per lui, lui ha rispetto per me, è un pilota leale in pista, aggressivo ma mai troppo – ha commentato pochi giorni fa Valentino Rossi -. E’ un buon avversario e dopo tanti anni che non vinceva gli ho detto ‘Ci hai messo un po’, ma adesso ci stai provando gusto’. Ha sempre avuto una grande dedizione al lavoro, un grande talento, quindi è arrivato il suo momento. E’ stata una stagione ricca di sorprese e la prima è stata la competitività di Dovizioso”.

Già lo scorso mese di settembre Andrea Dovizioso aveva lamentato una certa difficoltà ad avvicinarsi al Dottore nella vita di tutti i giorni: “Con Valentino Rossi non ho troppo rapporto, non perché ci sia qualcosa che non funziona, ma perché Vale è diventato talmente importante nel mondo che secondo me si è dovuto isolare, si è fatto il suo gruppo. È il modo migliore per vivere per come può vivere lui. La gente attorno fatica ad avvicinarsi a meno che non sei uno del suo team o del suo gruppo, per avvicinarti dovresti un po’ ‘leccare il culo’, ed è un peccato perché credo che abbiamo molti aspetti simili”.

In una recente intervista a ‘Extratime‘ su Radio1 Desmodovi ha rimarcato ancora una volta lo stesso concetto: “Se non fai parte dell’Academy o della VR46 è un po’ complicato avvicinarsi. Non perché lui crea dei problemi, ma perché c’è troppa gente che vorrebbe vivere con lui. Senza questi aspetti credo che potremmo essere molto amici perché abbiamo una vera passione per la competizione e delle moto”.