CONDIVIDI
Alex Rins (Getty Images)

MotoGP | Alex Rins: “Miglior tempo? L’ho fatto con la moto che ha preso fuoco”

Alex Rins ha chiuso la FP2 in testa, dimostrando ancora una volta che questa Suzuki ha fatto dei veri e propri passi da gigante. Nelle ultime settimane, infatti, spesso la moto giapponese ha dimostrato di poter battagliare per il podio. Manca però ancora la ciliegina sulla torta di un successo.

Già archiviato quindi lo spavento di ieri per la moto proprio di Alex Rins, che aveva preso improvvisamente fuoco mentre stavano montando alcuni pezzi. Oggi, infatti, grazie all’egregio lavoro dei ragazzi Suzuki, lo spagnolo è sceso regolarmente in pista con la propria moto per i due turni di prove libere disputati sin qui.

Lo spagnolo motivato a battere Iannone

Come riportato da “Motorsport.com”, il rider spagnolo ha così commentato la propria prestazione: “In verità sono molto contento per come è andata questa giornata. Nei test qui eravamo stati veloci, quindi mi aspettavo di non andare male. Da quel giorno abbiamo cambiato tanto la moto, ma avevamo dei dubbi sulla messa a punto. Sono stato veloce ed è andato tutto bene”.

Alex Rins ha poi continuato: “Devo migliorare ancora in frenata e non sfruttiamo ancora la moto al 100%, ma siamo contenti. In qualifica i tempi scenderanno molto, ma credo che domenica possiamo pensare al podio. Ho usato la stessa moto che ha preso fuoco. Non ci pensi tanto quando sei in pista”.

Infine il catalano ha così concluso: “Onestamente non so cosa sia successo di preciso, se una perdita o qualcosa del genere, il motore e il telaio sono gli stessi però. Mi sono spaventato perché il mio meccanico era sulla moto quando ha preso fuoco. Naturalmente il primo avversario è il compagno di squadra, per questo sono motivato a diventare il leader e stare davanti”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori