CONDIVIDI
Alex Marquez
Alex Marquez (©Getty Images)

Alex Marquez, la MotoGP è sempre più lontana

Alex Márquez vuole emulare suo famoso fratello Marc ed entrare nella classe MotoGP. Ma tre vittorie in tre anni e mezzo in Moto2 non sono abbastanza. Del resto con due sedili in meno dalla prossima stagione, qualora dovesse essere confermato l’addio di Marc VDS alla Top Class, l’ascesa nella massima serie è quasi impossibile per il prossimo biennio.

In realtà tra il licenziato Michael Bartholemy e Alex Márquez c’era un accordo verbale in base al quale lo spagnolo, entro fine giugno, avrebbe dovuto conoscere il suo destino: restare in Moto2 o andare in classe regina? Ma questo accordo è ormai obsoleto perchè il team belga è in dirittura d’arrivo e il fratello minore di Marquez non ha avuto l’exploit atteso, nonostante i quattro podi stagionali nelle prime setto gare che non lo elevano al momento come contendente per il titolo mondiale. Il 22enne spagnolo è al terzo posto con 94 punti dopo 7 gare su 19, a meno 25 punti dal leader Pecco Bagnaia, meno 24 su Miguel Oliveira, che probabilmente si giocheranno il titolo iridato tra loro.

Una situazione frustrante per il pilota con il numero 73, visto che il collega Joan Mir, sesto in classifica ma miglior esordiente, ha già firmato un contratto con Suzuki in MotoGP. Alla sua età suo fratello maggiore Marc aveva già conquistato due titoli mondiale e sembra proprio che il sangue non sia lo stesso. A questo punto la permanenza in Moto2 si prospetta ancora lunga per il giovane pilota di Cervera.