CONDIVIDI
Aleix Espargarò
Aleix Espargarò (©Getty Images)

MotoGP, Aleix Espargaro: “Pirro deve essere squalificato, Ducati va sanzionata”.

Il mondo della MotoGP ha tenuto il fiato sospeso venerdì scorso, quando Michele Pirro si è schiantato duramente nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia al Mugello alla fine del rettilineo di 1,1 chilometri. Dopo alcuni minuti di angosciosa attesa i responsabili hanno confermato che il pilota Ducati era cosciente e le successive analisi ospedaliere hanno confermato che non avesse gravi ferite.

Dopo il mancato dramma nasce la polemica sul mancato uso dell’airbag da parte di Michele Pirro. “Non ha sparato o non lo aveva”, chiede retoricamente il pilota Aprilia Aleix Espargaro. Quando il pilota spagnolo è stato informato che la tuta del collaudatore Ducati non conteneva un airbag, ha risposto con rabbia: “Dovrebbe essere squalificato e la squadra dovrebbe pagare un’enorme penalità”, ha spiegato a Motorsport-Total.com.

Tute e airbag in MotoGP

Ma i regolamenti stabiliscono l’obbligo di airbag solo per piloti regolari. Gli altri non sono tenuti ad utilizzare questa funzione di sicurezza. “Questa è la peggior regola di cui abbia mai sentito parlare”, ha aggiunto Aleix Espargaro invitando a rivedere il regolamento per il futuro. “Perché una wild card può guidare con meno protezione rispetto al resto dei piloti? Stiamo correndo in un campionato molto professionale”. Fino a un anno fa, solo Dainese e Alpinestars offrivano soluzioni di airbag. Da Dainese esiste un sistema che può essere combinato con combinazioni di tute di altri produttori. Alpinestars offre una soluzione simile, quindi compatibili con la Vircos utilizzata da Pirro. Espargaro ha utilizzato tute in pelle Alpinestars in passato, ma è passato al rivenditore francese Ixon, che ha il suo airbag dal 2017. “Venerdì ho avuto un incidente ad alta velocità, si è acceso immediatamente”, ha spiegato il pilota Aprilia. “Devi cambiare la cartuccia del gas dopo ogni caduta e sostituire l’intero airbag dopo due cadute”.