CONDIVIDI
Giacomo Agostini e Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Agostini: “Se fossi caduto come Marc Marquez sarei morto 5-6 volte”

Giacomo Agostini è un’autentica icona del Motomondiale, nella sua carriera che si è allungata dal 1963 al 1977 ha portato a casa 15 titoli mondiali e ha vinto ben 123 gare. Sono davvero tantissimi i suoi record, alcuni dei quali negli ultimi anni sono stati insidiati solo da Valentino Rossi.

Gli anni in cui ha corso Giacomo Agostini però erano particolari. Stiamo parlando, infatti, di uno dei momenti più pericolosi della storia del motociclismo. Il progresso in fatto di sicurezza non era stato al passo con il progresso tecnologico ed ogni caduta in quegli anni poteva dire quasi sicuramente morte.

Marquez tante cadute per trovare il limite

Proprio per questo, come riportato da “Marca”, durante l’inaugurazione dell’Archivio Dainese, Ago ha così parlato di Marc Marquez: “Io vado ancora in moto per strada, ma non in gara e va bene così. Una volta ho detto a Marc: ‘Se fossi caduto tutte le volte che sei caduto tu sarei morto 5-6 volte”.

Poi ha continuato: “L’airbag è una grande innovazione, ho visto tanti piloti uscire fuori in barella. Il mio peggiore incidente è stato al Sachsenring, stavo andando a 240 Km/h, sono passato su una pozzanghera di petrolio, ho avuto molta fortuna però”.

Marc Marquez in questi ultimi anni sta portando a casa risultati davvero stratosferici, ma anche una serie innumerevole di cadute. In particolare lo spagnolo spesso finisce fuori pista durante le prove nella sua perenne ricerca del limite.

Fortunatamente per lui però tutte queste cadute non gli hanno mai procurato grossi danni. Inoltre, grazie ad una particolare tecnica sviluppata negli anni, Marc Marquez è riuscito diverse volte a salvare scivolate praticamente certe rialzando la moto con il gomito.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori