CONDIVIDI
KTM (Getty Images)

La KTM è un marchio austriaco che negli anni è cresciuto davvero molto. In particolare l’azienda si è concentrata sul motocross e l’enduro dove ha conquistato tantissimi titoli mondiali. Nel Rally Dakar addirittura dal 2001 al 2017 l’azienda si è aggiudicata 17 edizioni consecutive.

Tra i piloti di punta della KTM c’è naturalmente il grande Tony Cairoli, che in questi giorni ha provato la MotoGP, e si è detto entusiasta della moto. Come riportato da “Speedweek”, il CEO del marchio austriaco Stefan Pierer ha così commentato la scalata della KTM: “Le cose vanno molto bene, abbiamo registrato tra il 10 e il 12% in più rispetto all’anno passato. In totale venderemo tra 235mila e 240mila moto quest’anno”.

KTM, numeri da urlo

Il CEO KTM ha poi proseguito: “Non siamo lontani dall’essere il 3° costruttore mondiale, ci mancano 100mila moto, possiamo farlo nei prossimi 3-5 anni. Entro il 2021 vogliamo raggiungere le 400mila moto”. Stefan Pierer ha poi parlato dell’acquisizione dell’Husqvarna, un marchio che sta dando tante soddisfazioni a KTM. In particolare il CEO degli austriaci ha fatto i complimenti a BMW per come si è comportata in fase di trattativa.

La KTM è un marchio decisamente in espansione il recente impegno in MotoGP lo dimostra. Gli austriaci, infatti, puntano a trainare le proprie vendite grazie ai risultati sportivi. Nella classe regina del Motomondiale le cose sono andate decisamente bene per essere solo al primo anno. Purtroppo però la strada da fare è ancora lunga, anche se Pierer sarebbe pronto a portare, grazie a Red Bull, un nome forte all’interno del team nel futuro.

Antonio Russo