CONDIVIDI

150 Ducati per la Polizia austriaca by Bertazzoni

Bertazzoni Veicoli Speciali, azienda italiana leader nella trasformazione di veicoli prioritari per le Forze di Polizia, in collaborazione con Ducati Motor Holding S.p.A e Ducati Austria, ha realizzato i primi 12 esemplari di Ducati Multistrada per la Polizia austriaca. Parliamo di un’importante commessa articolata in tre anni e che prevede la fornitura fino al raggiungimento di 150 moto attrezzate. Le versioni saranno due. La Multistrada 950 e la 1260.

Dapprima sono stati realizzati due prototipi definiti MTS 950/B e MTS 1260/B, poi sottoposti a numerosi test molto intensivi da parte della commissione tecnica incaricata dal Ministero dell’Interno austriaco. Tutte le prove sono state superate con eccellenti risultati. Le versioni 950 sono equipaggiate con il bauletto centrale, mentre le 1260 con le borse laterali. Le moto sono state poi verniciate completamente in tinta grigio chiaro (così come previsto dal capitolato di fornitura). La livrea Polizia è stata attentamente curata nei minimi dettagli. Ma la vera novità è rappresentata dalla soluzione adottata da Bertazzoni per il sostegno dei dispositivi d’emergenza (lampeggianti blu).

Per la prima volta in assoluto, i sistemi di sostegno dei vari dispositivi prioritari a luce lampeggiante blu (che ricordiamo essere 2 nella parte frontale ed 1 nella parte post. su un’asta telescopica) sono stati realizzati completamente in carbonio, la cui lavorazione è divenuta centrale nel Parmense. L’idea è nata ispirandosi fin da subito alle caratteristiche sportive caratterizzanti il marchio Ducati ed in particolare della Multistrada. Bertazzoni ha voluto interpretare a modo suo questi dispositivi e lo ha fatto in maniera davvero superlativa, conferendo massima resistenza, leggerezza, resistenza alle variazioni di temperatura e all’effetto di agenti chimici, ottime proprietà ignifughe. Il tutto con un risultato estetico strabiliante!

Bertazzoni Veicoli Speciali, rifacendosi alle linee che spiccano dalla Multistrada, ha quindi creato i propri particolari, prevedendo un cupolino perfettamente sagomato su quello originale della moto, inglobante i 2 lampeggianti blu ant. e tale da permettere pur sempre la regolazione in altezza del cupolino stesso. Per l’asta telescopica posteriore è stato realizzato un unico pezzo con una forma aerodinamica alquanto particolare. Per le sue linee, l’ufficio tecnico di Bertazzoni si è ispirato a quelle tipicamente utilizzate per i velivoli anti-radar “Stealth”. Questo è il motivo per cui Bertazzoni ha “battezzato” questa nuova tipologia costruttiva di allestimenti moto per le Forze di Polizia, “Linea Stealth”.

Bertazzoni, con sede a Collecchio (PR) ha scelto come proprio fornitore di dispositivi acustici luminosi la ditta INTAV di Ariccia (RM) con l’intento di caratterizzare la fornitura come un vero e proprio “Made in Italy”: moto italiana, allestitore italiano, prodotti prioritari supplementari italiani. Perché l’ltalia, almeno dal punto di vista di eccellenze motoristiche e nel settore dell’automotive in genere, non è seconda a nessuno. Le Ducati allestite con le soluzioni della “Linea Stealth” sono state accolte con grande entusiasmo sia da parte di Ducati che della Polizia austriaca.