Racer-X, l’ultima creazione di Mark Atkinson

Mark Atkinson, costruttore di moto special e già padre della BMW 75K Alpha, ha ideato una moto elettrica estrema, la Racer-X, che supera i limiti del design partendo da un foglio bianco. La sua nuova creatura è esposta al Peterson Automotive Museum di Los Angeles per il display Electric Revolution dallo scorso 6 aprile e lo sarà per un anno intero.

L’idea di base era di costruire una moto ad energia elettrica che facesse ruotare la sospensione e lo sterzo sullo stesso asse. “Ho disegnato una X su un tovagliolo… Il punto di rotazione non ha funzionato al centro, quindi è stato spostato il più avanti possibile”. Da quella X iniziale è nata la denominazione Racer X, mentre allo sterzo ci ha pensato Tom Burkland: “Ha detto che se avessi usato due pivot per punto di attacco, avrebbe funzionato. L’ho fatto, ed è andata bene”.

Il motore è stato progettato dal dottor John Sullivan della Perdue University, compagno di corse di Atkinson sul deserto salato di Bonneville: un controller Sevcon e batterie Nissan LEAF alimentano il motore da 38 Kw. Per quanto concerne il design la scelta non è ricaduta sul telaio monoscocca in carbonio, bensì su una struttura di tubi in alluminio ricoperta da pannelli di carbonio. Racer-X rappresenta una grande innovazione all’interno del segmento delle moto elettriche, una fetta di mercato in continua crescita che necessita di progetti pionieristici come quello di Atkinson. “La mia speranza è che spuntino alcune nuove idee nel mondo delle moto elettriche – ha detto Mike Atkinson -. Siamo al culmine di una nuova era nel motociclismo”.

Fonte: Bikeexif

Foto di:  Kaycee Landsaw

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori