(Image by Motor1)

La Lincoln Corsair 2020 ha debuttato questa settimana ad un evento in vista del New York Auto Show 2019, come il più piccolo crossover del marchio, uno spazio un tempo occupato dalla MKC. Ma la Corsair è un’auto nuova di zecca e si rivolge a una target ancora più giovane per Lincoln.

Prendendo spunti di stile dai fratelli più grandi come Nautilus, Aviator e Navigator, la Corsair spinge ulteriormente il linguaggio progettuale di Lincoln, differenziandola in modo significativo dalla Ford Escape, che condivide la piattaforma. Anche con le sue proporzioni più corte, la vettura mantiene molte delle stesse linee eleganti, dettagli e persino il tetto inclinato dell’Aviator.

Al momento del lancio, la Corsair offre due opzioni per il motore. Di serie è un quattro cilindri da 2,0 litri che produce 250 cavalli di potenza e 373 Newton Metri di coppia, e opzionale è un quattro cilindri da 2,3 litri con un leggero sbalzo di potenza, producendo 280 CV e 420 Nm. Gli ingegneri Lincoln hanno detto che un ibrido plug-in è in arrivo, ma i dettagli del gruppo propulsore non sono ancora stati rivelati.

Ma il Corsair fa degli interni il suo asso nella manica. Di serie vi è uno schermo touch da 8,0 pollici per tutti i dettagli, mentre un quadro strumenti digitale da 12,3 pollici opzionale aggiunge ulteriori funzionalità. Lincoln ha scelto di non offrire il pacchetto Black Label con il Corsair, ma opzioni come i sedili regolabili a 24 posizioni con massaggio e illuminazione ambientale e l’imponente tetto panoramico in vetro aggiungono ulteriore esperienza. I colori esotici della pelle, abbinati ad inserti in legno, completano quella che è senza dubbio la parte migliore dell’auto.

Di serie su tutti i modelli Corsair vi sono alcuni utili aiuti alla guida, tra cui la frenata d’emergenza automatica con rilevamento pedoni, il monitoraggio degli angoli ciechi, l’assistenza alla guida e gli abbaglianti automatici. Oltre al kit standard, sono opzionali il cruise control adattivo, l’assistente alla tenuta di corsia, l’assistenza alla frenata in retromarcia e l’assistenza automatica al parcheggio. Il Corsair è inoltre dotato di tecnologia “phone-as-key“, che consente ai proprietari di tenere la chiave a casa e di utilizzare il proprio smartphone. E sì, prima di chiedere, c’è un metodo di inserimento con codice abilitato sul pannello dell’auto se il telefono si spegne.

Il Corsair entra nel segmento più caldo del mercato dei SUV in questo momento, cercando di rubare clienti da concorrenti come Mercedes-Benz GLC, Lexus NX e Acura RDX. Le informazioni sui prezzi non sono ancora disponibili, ma l’auto sarà in vendita entro la fine dell’anno.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori