(Image by Motor1)

L’anno è il 2019, e le principali aziende di supercar – vale a dire Porsche, Ferrari e McLaren – sono passate all’ibrido.

Lamborghini è l’unica, aggrappata ai suoi epici motori V10 e V12 e facendo un ottimo lavoro non solo per mantenere la rilevanza, ma anche per rimanere estremamente competitivi in un mondo di crescente elettrificazione. Sappiamo che l’energia elettrica sta arrivando a Sant’Agata Bolognese, tuttavia, è solo una questione di quando, e come. Abbiamo sentito un sacco di voci su cosa succederà, in particolare per quanto riguarda la sostituzione dell’Aventador. Ma ora, la rivista ‘Car‘ afferma di avere lo scoop su entrambe queste domande.

In particolare, il rapporto dice che Lamborghini cercherà di fornire un ibrido che combina la potenza elettrica per la parte anteriore e l’iconico V12 aspirato naturalmente del marchio sul retro.

Si unirà una trasmissione a doppia frizione e una versione modificata del V12, con batterie che scorrono al centro dell’auto per tenere sotto controllo peso ed equilibrio. E questo è un bene, perché questa nuova Lambo non dovrebbe essere timida quando si tratta di cavalli.

Di quanta potenza stiamo parlando? Il rapporto menzionava una cifra “stimata” di 400 CV dalla sola energia elettrica. Anche se l’attuale V12 da 6,5 litri dell’Aventador rimanesse invariato, si tratterebbe di una cifra combinata di oltre 1.100 CV che gira su tutte e quattro le ruote. Si tratterà di un ibrido plug-in che consentirà un funzionamento tutto elettrico limitato, e risiederà tutto in una piattaforma completamente nuova con una carrozzeria ispirata al Terzo Millennio Concept del 2017.

Precedenti voci avevano dato questo mega-iper-ibrido Lambo uscente nel corso del 2020, ma il rapporto di ‘Car’ sostiene che la data sia stata spostata al 2022.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori