Patente auricolare

Esame patente, beccato furbetto dell’auricolare

Aveva insospettito gli addetti della Motorizzazione Civile di Varese che si sono visti costretti a chiamare la Polizia.

Un uomo si trovava nell’aula e stava sostenendo l’esame di teoria della patente B, ma non stava seduto normalmente come gli altri candidati, si spostava e si muoveva in modo strano sulla sedia.

Gli agenti, una volta arrivati sul posto, hanno chiarito il motivo delle strane mosse del candidato, che avveva adosso uno smartphone con cui cercava di inquadrare i quesiti dei quiz sul Codice della Strada per fare in modo che gli aiutanti all’esterno gli potessero suggerire le risposte corrette. All’orecchio invece portava un piccolo auricolare con cui ascoltare i preziosi consigli per rispondere correttamente ai quiz e passare l’esame.

Per tutte le news sul mondo auto LEGGI QUI

Truffa nei quiz: non è un caso isolato

L’uomo è stato quindi denunciato a piede libero con l’accusa di truffa. Neanche un mese prima, sempre a Varese, era stato tentato da un cittadino egiziano un trucchetto del genere, con smartphone e auricolare, sventato anche questo dalle forze dell’ordine.

L’”attrezzatura” per mettere in pratica il raggiro e quella della motorizzazione per affrontare il test sono state messe sotto sequestro per appurare se ci sia un legame tra i due episodi avvenuti a stretto giro. Secondo gli inquirenti potrebbe esserci una organizzazione esterna che si rivolge proprio a coloro che vogliono superare l’esame in maniera “agevolata” o semplicemente a quelli che non padroneggiano le lingue in cui è possibile sostenere l’esame nel nostro paese, ossia inglese, tedesco, spagnolo, francese, arabo, russo e cinese.

Daniele Mancin

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore