CONDIVIDI
Patente (Getty Images)

Guide | Come recuperare i punti persi dalla patente

Spesso chi si trova a dover guidare molto per lavoro o per altro si può ritrovare con una patente con pochi punti sopra. I modi per recuperare tali punti sono essenzialmente due: per buona condotta (dopo 2 anni senza infrazioni la patente “rifiorisce”) o grazie a dei corsi di recupero. Ognuno di noi ha 20 punti sulla propria patente di base, ma perderli tutti non è così complicato come sempre.

Bastano, infatti, due multe per eccesso di velocità per vedersi ritirare la patente. A quel punto per riottenerla bisognerà rifare l’esame di guida, quindi proprio una bella scocciatura oltre che un indubbio danno economico.

Corsi per recuperare punti sulla patente

La Legge prevede che in caso di più sanzioni contemporanee si possono decurtare sino ad un massimo di 15 punti, tranne nei casi particolari e molto gravi in cui è prevista la revoca della patente o la sospensione. I 20 punti di base possono essere incrementati sino ad un massimo di 30 e grazie all’aggiunta di 2 punti ogni 2 anni consecutivi senza infrazioni.

Grazie ad alcuni corsi però è possibile incrementare di 6 o 9 punti (a seconda del tipo di patente) la propria dotazione. Naturalmente anche in questo caso dopo il corso per ottenere i punti bisogna sostenere un piccolo esame.

Come avevamo anticipato la decurtazione di tutti i punti porta alla sospensione della patente sino a che non si sostiene l’esame di guida nuovamente. Altro caso in cui ciò accade è quando si ricevono nell’arco di 12 mesi 3 decurtazioni da almeno 5 punti l’una.

Per i neopatentati (coloro che hanno conseguito la patente da meno di 3 anni) la situazione è decisamente più grave. Ad ogni infrazione, infatti, vengono decurtati il doppio dei punti previsti dalla legge. I punti dalla patente non possono mai andare in negativo, quindi qualora si perdesse un quantitativo di punti superiore a quelli residuali non vi saranno ripercussioni future.

Per sapere quanti punti si hanno sulla propria patente vi basterà chiamare da telefono fisso il numero: 848782782, o collegarvi al portale: www.ilportaledellautomobilista.it, o ancora è possibile tramite l’app iPatente con le credenziali del Portale dell’automobilista.

Se si perdono tutti i punti si avranno comunque 30 giorni di tempo in cui si può circolare liberamente prima di sostenere un esame con programma ridotto. Per recuperare punti, invece, nel caso in cui non li aveste persi tutti vi basterà seguire dei corsi presso le autoscuole o i centri autorizzati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Si possono recuperare 6 punti per chi ha la patente: AM, A1, A2, A, B1, B, BE e 9 punti per chi ha la patente di tipo: C1, C1E, C, CE, D1, D1E, D, DE, il certificato di abilitazione professionale di tipo KA e KB, la carta di qualificazione del conducente (CQC). Nel primo caso il corso ha una durata di 12 ore e viene svolto entro 2 settimane consecutive. Ogni lezione dura massimo 2 ore e sono consentite solo 4 ore massimo di assenza comunque poi da recuperare.

Nel secondo caso, invece, il corso dura 18 ore entro 4 settimane consecutive. Anche in questo frangente le ore di lezione sono massimo 2, mentre per le assenze non si possono fare più di 6, sempre poi da recuperare. Dopo 2 anni senza infrazioni la patente ritorna ad avere in ogni caso i famosi 20 punti. Infine la decurtazione dei punti non è valida se la multa non viene notificata al guidatore entro 90 giorni.

Antonio Russo