Valtteri Bottas (Mercedes Twitter)

F1 | Australia, Gara: tempi e classifica finale

Con il sole e una temperatura di 23°C è partito il primo GP stagionale sul circuito dell’Albert Park in Australia. La prima fila era tutta Mercedes con Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas.

Partenza flash di Bottas che infila subito Ham e passa al comando. Ruotate anche tra le Ferrari con Charles Leclerc, aggressivo abbastanza da insidiare la Red Bull di Max Verstappen e l’altra SF90 di Sebastian Vettel. Nono si mantiene Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo. Diciassettesimo Antonio Giovinazzi.

Daniel Ricciardo danneggia la sua Renault passando sull’erba ed è costretto a rientrare al box per cambiare musetto. Pit stop anche per la Williams di Robert Kubica, che invece ha completamente perso l’ala anteriore.

Al giro 9 escursione sulla ghiaia senza conseguenze per Leclerc.

Fino a questo punto della gara nessuna azione. Soltanto un trenino.

Al giro 11 il primo ritiro della stagione. Il motore della McLaren di Carlos Sainz in fumo e con un principio d’incendio.

Al giro 13 Iceman al box. Il finnico monta le medie. Intanto in fondo al gruppo Kubica è già ad un giro.

Al giro 15 stop per Vettel. Mescola media anche per lui. Un po’ di lotta tra la Renault di Hulkenberg con scarpe fresche e la Haas di Kevin Magnussen.

Mentre Bottas continua a firmare giri veloci, Ham si ferma e monta le medie.

Cambio gomme per Grosjean. Come nel 2018 problemi nello smontaggio dell’anteriore sinistra e molto tempo perso.

Al giro 18 dopo aver superato Hulk, Magnussen ingaggia un duello con Giovinazzi. L’italiano sbaglia e dopo essere andato sull’erba agevola il passaggio del danese della Haas.

Al giro 23 box per Bottas. Pneumatici a banda gialla per lui. Verstappen è ora al comando della corsa.

Al giro 26 stop per Mad Max. 2″3 il tempo della sua sosta.

Al giro 28 Giovinazzi superato da Norris, Grosjean e Albon. L’italiano rientra al box e mette le soft. Tanto tempo perso per lui a causa di un problema alla pistola anteriore sinistra.
Sosta per Leclerc con gomme medie.

Al giro 31 Verstappen supera Vettel e Ricciardo si ritira. Stessa sorte per Grosjean. Sulla Haas non era stata ben fissata l’anteriore sinistra.

Sosta per Gasly che rientra 11°. Al giro 38 in lotta con la Racing Point di Lance Stroll, Daniil Kvyat su Toro Rosso va sulla ghiaia.

al vertice Bottas continua a firmare giri veloci. Kubica a 2 giri e a 1’26 dal suo compagno di squadra Russell. Male Giovinazzi.

Al giro 49 Verstappen va sull’erba ala curva 1 nel tentativo di avvicinarsi a Ham, ormai a vista.
Bottas scatenato, via radio dice: “Voglio 26 punti (25 + 1 di bonus giro veloce).

Leclerc è sotto a Vettel, ma dal muretto è probabile che sia arrivato l’ordine di congelare le posizioni.

1’26″540 per Verstappen che potrebbe beffare Bottas per il punto extra.
1’25″580 il finnico risponde all’olandese.

Bandiera a scacchi! Valtteri Bottas vince davanti a Lewis Hamilton e Max Verstappen, poi le Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Per il finlandese successo, punto bonus e un boost al morale visto il margine di quasi 20″ su Ham.

Buon ottavo posto per l’Alfa romeo di Kimi Raikkonen.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori