CONDIVIDI
ilenia carrisi
(websource)

Era il 31 dicembre del 1993 quando si sono completamente perse le tracce di Ylenia Carrisi, figlia di Al bano Carrisi e Romina Power, venticinque anni da quando le loro vite sono state stravolte per la misteriosa scomparsa della loro figlia.

Numerose furono le ipotesi, si iniziò a parlare di suicidio, di rapimento, di incidenti e l’ultima ipotesi, quella che per molti era la meno probabile, l’ipotesi che la ragazza si trovasse in un convento e che in realtà stesse bene.

Dopo circa venticinque anni dal tragico evento che si è abbattuto sulle vite dei due cantanti, un amico di Ylenia Carrisi ha riferito alla polizia di New Orleans che la donna, attualmente, si troverebbe in un convento greco ortodosso. Questa è un’ipotesi di cui si parla già da tempo, ma la vera notizia scioccante è che secondo il ragazzo, Al Bano e Romina sappiano tutto e che non abbiano mai detto la verità.

Le dichiarazioni di Marck Beck, l’amico di Ylenia

Secondo l’ex studente americano, i genitori di Ylenia sono rimasti in contatto con lui fino al lontano 1997. Inoltre, sapevano benissimo che la figlia si era recata volontariamente in quel luogo sacro. Il Dipartimento di Polizia di New Orleans sta indagando su questa nuova ipotesi: basandosi sulla mail di confessioni di Marck Beck, il quale ha giurato di dire completamente la verità. Tra l’altro il ragazzo si dice stupito del fatto che Al bano abbia dichiarato di essere convinto che la figlia si annegata nel Mississipi dato che, Ylenia Carrisi, gli aveva più volte riferito il suo intento di recarsi nel convento. Si dice inoltre che Al Bano e Romina siano tuttora in contatto con la primogenita e che non vogliano ammettere la verità. Si attende, dunque, l’esito delle indagini.

 

FONTE DELL’ARTICOLO

 

Segui le nostre notizie anche su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori