CONDIVIDI
ospedale
Ospedale (foto dal web)

Un 40enne, si trovava alla partita di rugby del figlio quando ad un certo punto ed improvvisamente è caduto in coma, scoprendo in seguito di essere quasi completamente paralizzato. La causa? Un’intossicazione alimentare dovuta ad una determinata pietanza.

Il protagonista di questa vicenda, che ha dell’incredibile, si chiama David Braham, 40 anni di Cardiff, padre di tre figli. L’uomo stava assistendo alla partita di rugby del figlio quando improvvisamente ha accusato un malore finendo in coma. Trasportato immediatamente all’ospedale, quanto scoperto dai medici ha lasciato tutti basiti. I medici gli avrebbero diagnosticato un’intossicazione alimentare aggressiva e pericolosa al punto di scatenare una sindrome autoimmune chiamata “sindrome di Guillain-Barrè”. Quest’ultima è una malattia rara che danneggia il sistema nervoso periferico, vale a dire quello che mette in contatto il cervello con il resto dell’organismo, ed è provocata da una reazione autoimmunitaria. L’interrogativo più grande era, quindi, capire cosa aveva causato l’intossicazione, la reazione.

Intossicazione e paralisi: tutta colpa del pollo

David Braham, prima di recarsi alla partita del figlio, si era cucinato del pollo cinese al curry, ma evidentemente con pessimi risultati. Sembrerebbe, infatti, che l’uomo per la troppa fretta non abbia cotto bene la carne e per questo motivo un batterio che presente nel pollo, una volta ingerita la carne, avrebbe aggredito l’organismo dell’uomo. Questo il suo racconto al quotidiano britannico Daily Mail: “Mi sono preparato il piatto velocemente per vedere la partita di mio figlio, poco dopo ho iniziato a stare male: prima un formicolio alla mano, poi un malessere generale. Dopo 24 ore ero immobile in coma”. “Non sapevo se sarei stato in grado di vedere di nuovo i miei figli -aggiunge Braham- e non pensavo che sarei mai stato in grado di camminare ancora. E’ stato il pensiero dei miei figli che mi ha fatto andare avanti. Ho combattuto per loro”.

Braham è rimasto ricoverato in ospedale per ben 4 mesi senza riuscire a muoversi né a respirare. Ci sono voluti enormi sforzi per riprendere a camminare e a parlare; tanta terapia e la riabilitazione. Ad oggi, pare che l’uomo si sia ripreso definitivamente e che sia in grado di camminare da solo, ma continua a rimanere in ospedale da cui esce solo qualche rara volta.

Leggi anche —> Donna morta al primo appuntamento: cade dalla moto, l’uomo la lascia in strada

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori