CONDIVIDI
(foto Twitter)
(foto Twitter)

Il sesso in auto è una dei principali (e divertenti) modalità di utilizzo “alternativo” delle quattro ruote, ma pone anche una serie di rischi di cui occorre tener conto, per evitare spiacevoli sorprese, prima tra tutte un’aggressione da parte di malintenzionati (magari anche per un semplice furto…).

Il primo consiglio è quello di scegliere un luogo non troppo buio e appartato, parcheggiando l’auto in modo da disporre di una “via di fuga”, ovvero una stradina da imboccare alla prima avvisaglia di pericolo. Tirate quindi il freno a mano e inserite la retromarcia, perché nel caso vi imbatteste in un guardone intento a sbirciare dentro l’abitacolo, basterà girare la chiave per metterlo in fuga. Accertatevi inoltre di avere il cellulare carico in caso di necessità.

Se nella vostra zona di residenza è presente un “love parking” – ovvero dei luoghi protetti dove le coppie occasionali e non possono amarsi in tutta tranquillità – ovviamente tutto diventa più facile…

In caso contrario, non dimenticate che la pratica del sesso in auto integra il reato di atti osceni in luogo pubblico (art. 527 del codice penale) o contrari alla pubblica decenza (art. 726). Massima discrezione, dunque, e niente incontri “focosi” nella notte di Halloween o sotto la luna piena…

Redazione

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori