CONDIVIDI
(© Getty Images)
(© Getty Images)

 

Lotta senza quartiere ai “furbetti” della revisione e dell’Rc auto. Il governo è pronto infatti a porre la fiducia su un maxi-emendamento alla Legge di Stabilità che prevede, tra le altre cose, l’accertamento con apparecchiature di rilevamento, tra cui gli autovelox, delle violazioni relative a revisioni e assicurazioni dei veicoli. Una novità storica per il codice della strada.

 

Giro di vite in arrivo

Il testo dell’emendamento, a prima firma Sergio Boccadutri (Pd), è stato già approvato in commissione Bilancio alla Camera. In sostanza, si prevede che l’autovelox e altri dispositivi di rilevamento come letture laser possano essere usati per “pizzicare” chi non è in regola con l’assicurazione o con la revisione della propria auto, e chi caricherà il proprio veicolo superando la massa complessiva indicata nella carta di circolazione.

“E’ una misura a favore degli automobilisti onesti che, attraverso l’utilizzo dell’innovazione tecnologica, eviterà che i furbi la facciano franca sperando di non essere fermati quando ad esempio non hanno pagato l’assicurazione obbligatoria”, spiega Boccadutri. “Ora bisognerà attuare questa norma e coinvolgere tutti gli attori in campo. Non servirà più la contestazione immediata anche per queste tre nuove violazioni”. E dalle immagini si potrà risalire alle infrazioni grazie alla “banca dati delle assicurazioni”.

Il testo, licenziato dopo una maratona finale di 30 ore in commissione Bilancio, approderà oggi alle 14 nell’Aula di Montecitorio per la discussione generale, mentre i lavori proseguiranno venerdì. E, onde evitare ulteriori rinvii, il governo sarebbe pronto a porre la fiducia sul maxi-emendamento.