CONDIVIDI
Paul Walker (©Getty Images)

Paul Walker morì il 30 novembre 2013 in un incidente a bordo di una Porsche Carrera Gt. Sua figlia Meadow aveva intentato una causa contro il produttore tedesco sostenendo che suo padre non sarebbe riuscito a lasciare la macchina prima che andasse a fuoco a causa di una cintura di sicurezza difettosa. I dettagli sull’accordo economico tra le parti non sono stati resi noti.

La figlia della star di “Fast & Furious”, che oggi fa la modella, aveva già avuto un risarcimento di 10,1 milioni di dollari dalla famiglia di Roger Rhodas, l’uomo che guidava l’auto durante l’incidente fatale. Secondo la sentenza è stato accertato che l’auto aveva problemi di stabilità, già noti all’azienda, e che hanno contribuito a causare l’incidente. Nello specifico, l’azienda non avrebbe “installato il suo sistema di controllo di stabilità, specificatamente progettato per proteggere i cambi di direzione e le brusche sterzate”.

Anche la causa intentata dal padre dell’attore, Paul William Walker III, è stata chiusa. Poco dopo il dramma ricordiamo che la Porsche negò ogni possibile coinvolgimento nell’incidente sostenendo che l’attore fosse totalmente responsabile della propria morte. Dopo la morte di Paul Walker sua figlia è stata seguita dal padrino, l’attore Vin Diesel, e negli anni è diventata popolare sui social media, con più di un milione di follower su Instagram. Adesso che ogni causa legale è stata chiusa resta il puro ricordo di un grande attore amatissimo da milioni di fan.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori