CONDIVIDI
maria grazia cucinotta
A ‘Vieni da Me’ Maria Grazia Cucinotta ha ricordato Massimo Troisi (websource/archivio)

La bella Maria Grazia Cucinotta da Caterina Balivo a ‘Vieni da Me’ parla di come è diventata famosa: Merito di Troisi, mio fratello ma anche di una spinta”.

Maria Grazia Cucinotta è stata tra gli ospiti di ‘Vieni da Me’ della settimana. L’attrice originaria di Messina, anche a 50 anni è sempre bellissima ed in splendida forma. Come ogni guest star del programma condotto da Caterina Balivo, anche lei si racconta a partire dall’infanzia, ricordando alcuni aneddoti della gioventù ed anche i primi passi mossi nel mondo dello spettacolo. In particolare c’è una persona alla quale la Cucinotta ha detto di dover sempre ringraziare. “Si tratta di Massimo Troisi. A lui devo tutto e mi ha insegnato a muovermi in questo ambito. Poi anche mamma avrà sempre la mia riconoscenza. Il mio parto fu difficile per lei, nacqui all’ottavo mese di gravidanza e per i medici non avevo che pochissime speranze di sopravvivere. Mia madre aveva già perso due bambini. Allora per non fare in modo che accadesse la stessa cosa anche a me fece un voto a Sant’Antonio. Anche per questo l’anno scorso sono andata alla cattedrale di Padova, città della quale il Santo è il patrono. È come se ci fosse andata mamma, nonostante lei sia rimasti in Sicilia”.

LEGGI ANCHE –> Diletta Leotta, che bomba: posa senza reggiseno e lo sa – FOTO

Maria Grazia Cucinotta: “Devo tutto a Massimo Troisi”

Poi Maria Grazia Cucinotta ci parla della sua famiglia: “Ho due fratelli più grandi che mi hanno fatto da papà, ed una sorella più piccola della quale invece sono stata anche un pò gelosa. Con il maggiore dei miei fratelli ho un rapporto speciale, fu anche grazie a lui che intrapresi la carriera di attrice dopo aver partecipato a Miss Italia. Si chiama Gaetano e lavorava come postino a Brescia. Scelsi di raggiungerlo, fu proprio lui a realizzare il mio primo book fotografico. Poi presentammo gli scatti ad una agenzia presente a Miss Italia, mi presero per il provino a ‘Indietro Tutta’ e lo passai. Fu quello il mio primo lavoro”. E poi arrivò l’incontro con l’indimenticabile Massimo Troisi. “Era un regista ed un attore come se ne vedono pochi. Ebbe la pazienza di insegnarmi tutto perché arrivati al provino con la raccomandazione di Nathalie Caldonazzo, la sua fidanzata. Poi il film con Massimo, ‘Il Postino’, mi cambiò la vita. A 25 anni dalla sua scomparsa sono contenta che venga ancora ricordato e che contribuisca ancora a dare lustro all’Italia”. La pellicola vinse il Premio Oscar come miglior colonna sonora di un film drammatico, a cura di Luis Bacalov.

LEGGI ANCHE –> Raffaella Fico, voglia di provocare: curve mozzafiato su Instagram – VIDEO

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori