Manuel Bortuzzo
Manuel Bortuzzo (foto dal web)

Il giovane nuotatore Manuel Bortuzzo ha parlato in conferenza stampa ai giornalisti nel centro della FIN di Ostia. Manuel ha ribadito il suo obiettivo di partecipare alle Olimpiadi ed ha parlato anche dei suoi aggressori.

Il giovane nuotatore Manuel Bortuzzo ieri ha preso parte ad un incontro con i giornalisti nella sede del Polo Natatorio di Ostia della FIN (Federazione Italiana di Nuoto). Insieme al 19enne, rimasto paralizzato dopo essere stato ferito da un colpo di pistola nella notte del 3 febbraio scorso, ha parlato del suo ritorno in vasca e della riabilitazione. Manuel, arrivato in sedia a rotelle, vista la paralisi dalla vita in giù, e con indosso la tuta della nazionale italiana nuoto, ha preso parte all’incontro insieme ai suoi genitori e ai dirigenti Fin. L’atleta del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle ha ribadito che il suo obiettivo rimangono le Olimpiadi e afferma di vedersi tra dieci anni di nuovo in piedi.

Manuel Bortuzzo: “Come mi vedo tra 10 anni? In piedi”

Qualche giorno fa Manuel Bortuzzo è tornato in piscina: è lo stesso atleta ad aver diffuso la notizia attraverso i social network. Ieri l’atleta, ferito da un colpo di pistola la notte del 3 febbraio, ha preso parte ad una conferenza stampa con i giornalisti nel centro Fin di Ostia, dove da anni si allena. Ai giornalisti Manuel ha anche parlato dei suoi aggressori spiegando: “Incontrare chi mi ha sparato? Non cambierebbe nulla, ma se me lo trovassi davanti mi metterei a ridere perché non ha senso quello che hanno fatto. Non si tratta di perdonarli o meno. Come ho detto un sacco di volte, io stavo vivendo la mia vita, ero felice, felicissimo, non stavo facendo niente per andare incontro a una cosa simile. Quindi questa cosa doveva semplicemente succedere: non rimpiango di non aver fatto qualcosa di diverso, perché stavo facendo quello che mi sentivo di fare“. Sull’ipotesi di lasciare Roma Manuel ha spiegato: “Roma mi ha tolto tanto, ma penso che mi darà anche tanto. Sto bene qua, ho gli amici e la morosa, non ho mai pensato di andarmene. Anzi, vorrei comprare casa e restare a vivere qui“. Il nuotatore ha anche ribadito il suo obiettivo di partecipare alle Olimpiadi: “Nella mia testa c’è sempre speranza. Il mio obiettivo era partecipare alle Olimpiadi e non è cambiato: se tutto andrà bene ci andrò. Non penso alle Paralimpiadi, voglio prima vedere dove posso arrivare“. “Per guardare avanti -prosegue il giovane nuotatore- non bisogna guardare indietro, la mia vita è sempre la stessa. C’è un problema logistico ma sono quello di sempre. Potevo battere la testa e non essere più me stesso. Il mio primo sogno ovviamente è tornare a camminare, non mi arrendo. Come mi vedo tra 10 anni? In piedi“.

Leggi anche —> Manuel Bortuzzo torna in vasca: “Un’emozione bellissima” – VIDEO

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori