CONDIVIDI

Se il futuro di ‘Top Gear’ è ormai quasi delineato, con Chris Evans che è stato nominato il nuovo conduttore del celeberrimo programma di motori trasmesso dalla BBC, ancora nel mistero è avvolto il destino professionale del trio Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May. Nei giorni scorsi la stampa inglese ha diffuso la notizia che i tre presentatori non potrebbero realizzare spettacoli motoristici di motori per una tv britannica fino al 2017, come richiesto da una clausola di non concorrenza presente nei contratti.

A quanto pare l’ostacolo legale sarebbe facile da aggirare per gli avvocati di Jeremy Clarkson che potrebbe decidere di lavorare per una piattaforma televisiva americana o via internet, come la NetFlix. Un prodotto televisivo che potrebbe essere poi rivenduto in Gran Bretagna alla ITV, facendo forte concorrenza alla nuova serie di ‘Top Gear’. Per il momento l’unica notizia certa, in attesa di conferme ufficiali, è che Clarkson, Hammond e May saranno in giro per il mondo fino a fine novembre con il world tour “live” motoristico che porta il loro nome.

 

Aldilà del gossip il famoso presentatore prova un po’ di nostalgia, in cuor suo e sui social network, per l’ultimo addio ufficiale a ‘Top Gear’. Sul suo profilo Twitter ha postato una foto che lo ritrae al fianco di tre ‘mostri della strada’ come Ferrari LaFerrari, una Mercedes AMG GT e una 488 GTB e chiede ai suoi follower quale scegliere per l’ultimo giro all’interno del Dunsfold Park Circuit, conosciuto anche come l’appellativo di Top Gear Test Track.

Un evento a scopo benefico che ha il sapore di addio definitivo. Tempo fa Jeremy Clarkson, al termine della serata di beneficenza in cui aveva promesso questo “ultimo giro”, aveva ammesso: “Sarà il mio ultimo giro della pista di Top Gear”. E su Twitter ha ribadito: “Ho fatto il mio ultimo giro sulla pista di Top Gear. E’ triste lasciare questo posto per l’ultima volta”.