CONDIVIDI
Lewis Hamiton
Lewis Hamiton (foto Instagram)

La Formula1 nel weekend torna a correre e lo fa ad Austin, negli Stati Uniti. Si tratta del quartultimo appuntamento del campionato 2017, che vede Lewis Hamilton in testa alla classifica con 59 punti di margine su Sebastian Vettel.

L’inglese sembra a un passo dalla conquista del suo quarto titolo in F1. E’ molto tranquillo, non ha mai perso il controllo neppure nei momenti più complicati. Sa di essere forte e di correre per una scuderia top come Mercedes. Gli incidenti di percorso non hanno causato shock nel team, nonostante alcune fasi che hanno visto primeggiare la Ferrari. Però alla fine è stata la squadra anglo-tedesca con sede a Brackley a tornare davanti, ristabilendo le gerarchie degli ultimi anni.

Hamilton, Ricciardo e Verstappen visitano la NASA

Prima del Gran Premio degli Stati Uniti c’è tempo per fare delle visite speciali. Lewis Hamilton si è recato presso il Centro Spaziale della Nasa in Texas. Una giornata speciale per lui, prima di immergersi pienamente nel weekend di gara. Sicuramente un’esperienza molto stimolante in un mondo completamente diverso dalla F1.

Per chi non lo sapesse, NASA sta per National Aeronautics and Space Administration ed è l’agenzia governativa civile responsabile del programma spaziale degli Stati Uniti d’America e della ricerca aerospaziale. Certamente avere l’occasione di visitarne la sede può essere qualcosa di stimolante per tutti.

Oltre ad Hamilton, anche Daniel Ricciardo e Max Verstappen hanno fatto visita alla NASA. I due piloti dell Red Bull hanno fatto come il loro collega, venendo così a contatto con una realtà sicuramente molto complessa come quella riguardante l’ambito aerospaziale. Come la Mercedes, pure il team di Milton Keynes ha pubblicato sui profili ufficiali dei propri social network foto che testimoniano la visita effettuata.

Hamilton ha avuto modo di indossare un casco da astronauta e di provare un guanto, oltre che di osservare i vari equipaggiamenti e una piscina speciale di preparazione. Ricciardo e Verstappen hanno potuto testare ARGOS, un sistema di gru che simulava la gravità ridotta, e visionare diversi veicoli per le future missioni lunari e su Marte.

Really cool stuff @nasa ??? Thanks for having us today ? #keeppushing #USGP ??

Un post condiviso da Max Verstappen (@maxverstappen1) in data: