CONDIVIDI

carabinieri-gazzella

Un tunisino di 28 anni, residente a Bologna, ha rubato una moto Kawasaki Z750 di colore nero dileguandosi sulla via Emilia a tutta velocità. A dare l’allarme un fattorino di 24 anni che si trovava al volante del furgone della ditta per cui lavora, dopo aver notato che uno sconosciuto era in sella alla sua moto che aveva parcheggiato poco distante dal luogo dell’avvistamento.

Poco dopo l’allarme una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bologna Borgo Panigale lo hanno intercettato nei pressi di Crespellano e hanno intimato l’alt. Ma il malvivente ha quasi divelto la portiera sinistra della volante e, dopo essere caduto, si è dato alla fuga a piedi per i campi limitrofi. Gli agenti lo hanno inseguito e braccato, ma non hanno avuto vita facile visto che il tunisino ha reagito con pugni e calci, costringendo un carabiniere a ricorrere alle cure ospedaliere, dove gli è stato diagnosticato un trauma alla spalla e al rachide cervicale.

Il 28enne tunisino, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, ha trascorso la notte a casa in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto da parte del Tribunale. La Kawasaki è stata restituita al legittimo proprietario.