(foto Youtube)
(foto Youtube)

Un’auto ibrida “eccezionale” che dopo l’avvio riesce a percorrere un kilometro consumando solo un millilitro d’acqua o, se rende meglio l’idea, 5.000 km con 5 litri. Sta tutta in questa frase la rivoluzione avviata dall’ingegnere italiano Lorenzo Errico, che rifacendosi ai progetti di Stanley Meyer ha realizzato la prima auto ad acqua e si appresta ora a lanciarla sul mercato.

Sfruttando una nuova e geniale tecnologia, messa a punto in cinque anni di lavoro sulla propria auto, l’ing. Errico promette di realizzare il sogno di ogni automobilista – specialmente in tempi di crisi (e continui rincari) – e paladino della lotta all’inquinamento, abbattendo drasticamente i consumi in meno e riducendo le emissioni dal 40 al 90 per cento rispetto a una comune auto a benzina.

 

Come funziona il prototipo?

L’elemento cardine dell’auto ad acqua è il serbatoio, che attraverso una pompa convoglia il prezioso liquido nel “cuore” del dispositivo, dove sono presenti le celle elettrolitiche. Non appena queste ultime ricevono l’elettricità, l’acqua viene divisa in idrogeno e ossigeno, secondo il noto processo dell’elettrolisi. L’idrogeno compresso viene quindi immediatamente combusto per renderlo innocuo, e l’acqua residua viene espulsa dal normale tubo di scarico. Il test ufficiale di omologazione ha dimostrato che l’auto ad acqua produce il 90% in meno di monossido di carbonio, il 30% in meno di C02 e il 40% in meno di idrocarburi incombusti.

Ad annunciare il prossimo debutto è lo stesso Errico in un comunicato stampa pubblicato da dionidream: “Iniziati i TEST del KIT Low cost per i Diesel e Turbodiesel – si legge nel documento – con risultati veramente impressionanti….Vetture in test: BMW 525 Touring, BMW X5 , Golf 1.9 Tdi 110 cv, Chroma 1.900 Tdi 150 cv. I Test in urbano e autostradali hanno confermato la veridicità e la validità del sistema Hydromoving anche nei Kit Low cost…con medesima Tecnologia hydromoving. Il sistema  composto da tre celle, una centralina  con dispaly ed un mono/doppio iniettore è stato sottoposto a long run Test”.

“La tecnologia Hydromoving anche se Low cost è sinonimo di prestazioni certificate – prosegue la nota – . Per il momento,  sarà applicabile su tutti i motori Diesel, provvisti di Filtro Antiparticolato , DPF o FAP, Filtro SCR. (…) Per i motori Benzina è in preparazione e sarà pronto per Marzo  2015. Fra i primi 1000 Clienti disponibili a fare da TESTER e redigere un report settimanale sui consumi , riserveremo uno sconto speciale sull’eventuale installazione del più sofisticato Sistema Hydromoving. Tutti coloro che hanno già inviato l’adesione per i motori Diesel o TDI saranno informati dei costi  e della data d’installazione via mail”.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore