conto choc roma

Paola Comencini, figlia del regista Luigi e sorella di Francesca e Cristina, su Facebook, denuncia il conto choc che ha dovuto pagare in un bar di Roma.

Un conto di un bar di Roma accende nuovamente i riflettori sui prezzi imposti in alcuni locali non solo di Roma, ma delle più importanti città turistiche itaiane. A denunciare il nuovo caso è Paola Comencini.

La denuncia di Paoa Comencini: “75 euro, un covo di ladri”

Paola Comencini, scenografa e costumista, figlia del regista Luigi e sorella di Francesca e Cristina, con un post pubblicato sul proprio profilo su Facebook, denuncia il conto choc che ha dovuto pagare in un bar di Roma.

Insieme ad atre due persone, a Comencini si è recata in un bar in zona Vaticano (via della Conciliazione): «Eravamo al lavoro, non avevamo alternative e siamo finite in questo covo di ladri», ha raccontato come riporta Leggo. L’ordinazione prevedeva un piatto a testa di prosciutto e melone, una mezza minerale e due lattine di Coca Cola: il tutto al prezzo di 25 euro a testa. Una cifra che, forse, sarebbe stata accettabile se le porzioni fossero state adeguate alla cifra. Invece, si trattava di mini porzioni al punto che, nessuno dei tre commensali, è riuscito a placare la propria fame.

“Abbiamo una fame tremenda – ha scritto Paola Comencini – Il prosciutto citato erano due minuscole fettine. Mi fanno pena”.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore