CONDIVIDI
photo dal web

Quando si riceve a casa un verbale per eccesso di velocità ci si chiede se sia il caso di fare ricordo per vedersi annullare la multa. Una sentenza della Cassazione spinge di rivolgersi al giudice di pace in certi casi ben specifici.

Quando si guida su un tratto stradale è facile ritrovarsi davanti al cartello “Controllo elettronico della velocità“. Poco dopo si intravede un dispositivo “sospetto” che ci spinge a frenare d’istinto per non incorrere in una multa. Alcuni metri dopo si torna ad accelerare, convinti di aver superato l’ostacolo, ma dopo qualche settimana ecco arrivare il verbale a casa.

Cosa è successo? Come spiega il sito ‘La Legge per Tutti‘ l’apparecchio che avete intravisto era la cosiddetta “porta d’ingresso” del tutor, cui è seguita la porta di uscita che ha rilevato la velocità media sul tratto di strada in questione. Avendo superato i limiti di velocità siete stati multati, ma potete fare ricorso con ottime possibilità di successo.

Infatti il cartello “Attenzione controllo elettronico della velocità” induce all’errore. “Il codice della strada stabilisce che le postazioni di controllo elettronico della velocità (quindi: tutor, autovelox e telelaser) devono essere preventivamente segnalate e con cartelli ben visibili o dispositivi di segnalazione luminosi, in base alle norme stabilite nel regolamento di esecuzione del presente codice”. E’ necessario che l’avviso preventivo faccia comprendere chiaramente che tipo di strumento di rilevamento della velocità è in funzione.

Di conseguenza “è nulla la multa per eccesso di velocità rilevata dal tutor, che misura la velocità media del veicolo registrandola fra una porta in entrata e una in uscita, se la segnaletica fissata dall’amministrazione a bordo della strada indica genericamente «controllo elettronico della velocità»: si tratta infatti di un cartello utilizzato per gli autovelox che misurano invece la velocità puntuale del mezzo”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori