Gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre

Gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre
(Getty Images)

Gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre, per chi “sgarra” multe e fermo dell’auto
Dalle temperature registrate in questi giorni da un campo all’altro del paese non si direbbe, ma il freddo è in arrivo e con esso, come di consueto, l’obbligo di montare sulla propria vettura le gomme invernali che vi consigliamo di acquistare QUI. Scatterà infatti dal prossimo 15 novembre l’obbligo di circolare con le “termiche” su molte strade di tutta Italia (o, in alternativa, la presenza in auto delle catene). E per chi viene “beccato” senza le une o le altre è prevista come sanzione una multa di 84 euro, che può anche essere inasprita (se ricorrono determinate condizioni di insicurezza) con il fermo del veicolo. Ma già dal 15 ottobre si possono montare anche quelle con un codice di velocità più basso.

Avete già cambiato la tenuta della vostra auto in vista della prossima stagione? Beh, preparatevi a farlo perché adesso è diventato obbligatorio.

Proprio così, infatti il Codice della Strada – con l’articolo 6 introdotto dalla Legge n.120 del 29 luglio 2010 – parla chiaramente dell’obbligo di avere gomme da neve o catene dal 15 novembre 2018 al 15 aprile 2019. Nell’articolo si legge: “I veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio”.

Ovviamente, tutti i mezzi a 4 ruote sono coinvolti nella modifica del codice della strada. Con questa nuova legge, tutti i conduenti di automobili dovranno ben munirsi prima di mettersi alla guida. Attenzione, però, perché almeno un po’ di flessibilità c’è: infatti, i pneumatici possono essere montati fino a un mese prima dell’inizio dell’obbligo, e sostituiti anche un mese dopo la scadenza. Quanto meno, un po’ di tolleranza circa i tempi.

Cosa succede a chi non rispetta la nuova norma?

Ci saranno diverse multe da poter applicare a chi non rispetterà questa legge. La sanzione varierà a seconda della strada in cui saranno ‘fermate’ le auto. Ad esempio, nei centri abitati la multa può variare da un minimo di 41 a 168 euro. Discorso diverso per le autostrade o extraurbane per cui la multa passa da un minimo di 84 a un massimo di 335 euro.
Cosa fare, quindi, se la Polizia stradale ci becca senza pneumatici da neve? Beh, innanzitutto fermarsi all’alt. Poi, bisogna cominciare ad accettare l’idea che il viaggio sia arrivato al termine in quanto le forze dell’ordine non potranno lasciar continuare la circolazione del veicolo senza l’adeguamento dei pneumatici. Nel caso non doveste riuscire a trovare un modo per continuare il viaggio ed arrivare a destinazione, potreste rischiare non solo 84 euro di multa, ma anche la decurtazione di 3 punti dalla patente.

Gli pneumatici invernali, non lo si ripeterà mai abbastanza, non sono un optional. Per le caratteristiche della mescola e del disegno del battistrada, sono l’ideale quando la temperatura media scende a 7 gradi: a quelle condizioni, infatti, la frenata si riduce del 15% sul bagnato e addirittura del 50% sulla neve rispetto alle prestazioni della gomma estiva.

La gomma invernale tiene meglio la strada anche nei cambi di direzione o in accelerazione.

Insomma, la spesa per un secondo treno di gomme – ancorché impegnativa – conviene innanzitutto dal punto di vista della sicurezza.
Ma a conti fatti anche sul piano economico: il freddo usura infatti più velocemente le gomme estive, così come il caldo consuma in fretta le invernali. Inoltre, l’alternanza estiva/invernale mette le une e le altre periodicamente a riposo e allunga il loro ciclo di vita. Il cambio dal gommista è poi un’occasione per fare un check degli pneumatici almeno due volte l’anno, aggiustando la pressione, la convergenza e la bilanciatura, e verificare che non vi siano lesioni.

Ricordiamo però che se proprio si registrassero problemi economici per poter sottoporre il vostro autoveicolo al cambio gomme, vi sarà sufficiente tenere a bordo le relative catene omologate per la misura delle vostre ruote.

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori