Valentino Rossi alla scorsa edizione del Monza Rally Show (Foto Monza Eni Circuit/Beretta)
Valentino Rossi alla scorsa edizione del Monza Rally Show (Foto Monza Eni Circuit/Beretta)

Automobilismo | Valentino Rossi dice stop al Rally di Monza. E al suo posto ritrova la Ferrari

Valentino Rossi dice addio al Rally di Monza. Dopo ben ventidue anni dalla sua prima partecipazione, datata 1997, il Dottore non sarà al via di questa edizione della storica gara di fine stagione sull’autodromo brianzolo, in cui ha trionfato per ben sette volte diventandone il pilota più vincente della storia. Riservando così una grande delusione ai tifosi che attendevano di vederlo da vicino nel paddock, ma anche agli organizzatori che per tanti decenni hanno contato proprio sulla sua partecipazione per far crescere la manifestazione, a livello di interesse e anche di sponsorizzazioni.

Stavolta Rossi non ci sarà, e il Monza Rally Show sarà dunque costretto a reinventarsi ancora una volta: sapendo già in anticipo di dover probabilmente far fronte ad un prevedibile calo di pubblico, e dovendo stavolta puntare tutto sui grandi nomi italiani e internazionali della specialità, che si sfideranno in una gara forse più autentica anche se meno spettacolare. Ma questo non significa che Valentino Rossi resterà completamente lontano dalle quattro ruote, in questo 2019. Anzi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Valentino Rossi alla 12 Ore di Abu Dhabi con Ferrari

Se il fenomeno di Tavullia ha deciso di abbandonare la storica kermesse monzese è solo per intraprendere un’avventura diversa ma ancora più impegnativa: “Quest’anno abbiamo deciso di cambiare genere”, ha rivelato ai microfoni di Sky Sport. Dal rally si passa alla pista, da Monza agli Emirati Arabi Uniti. Valentino Rossi, infatti, sarà al via nel dicembre prossimo di una gara di durata, la 12 Ore di Abu Dhabi, al volante di una Ferrari 488 GT3 schierata dal team Kessel. L’equipaggio sarà costituito da lui, dal suo inseparabile amico Alessio “Uccio” Salucci e da suo fratello Luca Marini, che divideranno con lui il volante.

Non si tratta di una prima assoluta per il nove volte iridato nel mondo dell’endurance: già nel 2012, infatti, disputò la gara di Monza del campionato Blancpain, in coppia proprio con Uccio e sempre su una vettura del team Kessel. E non si tratta nemmeno della prima apparizione di un grande campione della MotoGP in questa esotica 12 Ore, che già nel 2014 vide in griglia di partenza Jorge Lorenzo. Rossi, in compenso, ritroverà la Ferrari, un marchio a cui è stato storicamente sempre vicino, al punto da provare in più occasioni la monoposto di Formula 1 e di cullare a lungo il sogno di passare a tempo pieno nelle quattro ruote. Poi Vale decise di rimanere al suo primo amore, le moto, e di confinare le auto a saltuario hobby. Proprio come accadrà in questa sua nuova esperienza.

Fabrizio Corgnati

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore