MOTOGP 2011 – Sul podio di Silverstone si è affacciato per la prima volta un pilota di una scuderia “secondaria” il cui nome è Colin Edwards del team Monster Tech3. E pensare che solo una settimana fa è stato operato alla clavicola, dopo un incindente accorso nelle prove libere sul circuito di Montmelò. Il driver texano è felicissimo per il traguardo raggiunto e, al termine dalla gara, ha ringraziato in particolar modo il dottor Xavier Mir che lo ha assistito nell’infortunio. La pioggia ha agevolato i movimenti del pilota della scuderia satellite Yamaha che ha percorso l’intera gara senza errori: “Le condizioni climatiche erano piuttosto brutte e anche là dove si poteva spingere si rischiava di cadere. Sarei stato felice di finire la gara e poi andare a casa a pensare ad Assen. Ma ho visto alcune persone soccombere alle condizioni e ho visto che ero in P3, non riuscivo a crederci. Mancavano ancora otto o nove giri alla fine e ho vissuto momenti difficili: non ho potuto più sentire le mie mani o piedi perché era così umido e freddo che li avevo intorpiditi. E’ stato difficile ma è stato un buon modo per finire il weekend per il team dopo la frattura analoga alla mia subita dal mio compagno di squadra Cal Crutchlow. Nessuno vuole farsi male, ma essersi ferito nella sua gara di casa è stato davvero una bella botta – conclude Colin Edwards -, quindi gli auguro una pronta guarigione e speriamo di vederlo tornare ad Assen”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori