FORMULA1 FERRARI – Dopo l’affascinante illusione maturata nei test invernali, la Ferrari si risveglia e scopre l’incubo Red Bull, che anche quest’anno si rivela essere superiore alle altre scuderie del Circus. Il Grand Prix di Melbourne ha evidenziato una Ferrari 150° Italia alquanto lenta e con grosse lacune tecniche da colmare, anche se la Red Bull di Mark Webber ha dimostrato altrattante difficoltà.

In solo dieci giorni la monoposto della famosa bibita analcolica ha compiuto il miracolo di guadagnare un secondo al giro, dopo le insufficienti prove precampionato.

Un altro incubo per Maranello chiamasi Lewis Hamilton che ha beffato ogni pronostico guadagnando il secondo gradino del podio, alle spalle del russo Petrov. Una prova che lascia presagire più un duello per il primato che una difesa dalle aspirate rivincite di un Fernando Alonso che tanto ha faticato per raggiungere uno stentato quarto posto, causato anche da un gran pasticcio in partenza che gli ha fatto perdere quattro posizioni.

Il Mondiale 2011 di Formula Uno rischia di trasformarci in una fotocopia dello scorso campionato, con una Red Bull imprendibile, e che per giunta non ha usato il dispositivo Kers, e con le altre scuderie costrette a contendersi gli avanzi della scuderia del mago progettista Newey, tanto corteggiato dalla Rossa di Maranello negli ultimi mesi.

Il prossimo Gran Premio si correrà in Malesia fra meno di due settimane. Ai box Ferrari c’è un gran lavoro da fare e i tempi già stringono, nonostante siamo soltanto alla prima gara…

Redazione

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori