FERRARI FORMULA1 – Il terzo gradino del podio ottenuto da Fernando Alonso al Gp di Turchia non può che essere un trampolino di lancio per il proseguimento del Mondiale 2011. E così i tecnici di Maranello si sono subito rimessi al lavoro con rinnovata fiducia e con la consapevolezza che la Ferrari 150° Italia va meglio in gara che nelle qualifiche. Proprio da qui bisognerà iniziare a studiare una strategia che consenta ai drivers della Rossa di partire magari dalla seconda fila, considerato che la Red Bull di Sebastian Vettel risulta ancora imprendibile.

Altro fattore da analizzare sarà l’uso delle gomme: infatti il sorpasso di Mark Webber ai danni di Alonso, avvenuto a undici giri dalla bandiera a scacchi, è stato reso possibile dalla maggiore usura dei pneumatici della monoposto guidata dallo spagnolo. Sarà importantissimo, quindi, saper gestire i sei treni di gomme Pirelli disponibili per le qualifiche e la gara: avere quattro gomme in più rispetto agli avversari è un gran vantaggio di cui tenerne conto.

Fra dieci giorni sarà la volta del Gran Premio di Barcellona e a Maranello l’attesa si taglia con il coltello. Il presidente Luca Cordero di Montezemolo è presente in prima persona per accertarsi dei lavori e delle tattiche che saranno adottate nelle prossime gare, segno che la batosta subita a inizio stagione ha lasciato non pochi segni. In Turchia la Ferrari si è rialzata, ora si attendono ben maggiori successi.

Redazione

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore