(Getty Images)
Red Bull (Getty Images)

La Red Bull di recente ha manifestato il proprio dissenso verso un regolamento della Formula1 che sembra premiare solamente alcune scuderie, Mercedes su tutte, a discapito di altre e che non favorisce lo spettacolo in pista.

Ma per alcuni queste lamentele nascondono solamente la frustrazione che il team di Milton Keynes prova per il fatto di non essere riuscita assieme alla Renault a creare un nuovo binomio vincente come quello precedente alla nuova era dei motori turbo. La Red Bull ha avuto diversi problemi con i propulsori francesi e lo ha fatto presente tramite i propri vertici, che hanno invitato la Renault a lavorare meglio.

Cyril Abiteboul, Managing Director di Renault Sport F1, in un’intervista concessa al quotidiano L’Equipe non ci sta e risponde in maniera critica all’atteggiamento tenuto dalla squadra austro-inglese: “Abbiamo accettato uno sviluppo del motore ‘last minute’ e per questo abbiamo aggirato i nostri processi di qualità e di validazione al banco che normalmente usiamo. Sono stati questi cambiamenti che hanno causato i problemi di Melbourne e ora cerchiamo di risollevare la situazione per Sepang”.

Dopo una prima spiegazione pacata, il dirigente francese è passato all’attacco non mancando di lanciare frecciate esplicite alla Red Bull: Voglio ricordare che produciamo motori di F1 da anni e sappiano cosa dobbiamo fare. Non siamo gli ultimi arrivati. Abbiamo vinto insieme per anni, e ora stiamo vivendo dei problemi insieme. Finora abbiamo seguito le direttive della Red Bull, ma chiaramente il telaio e il motore sono in due universi diversi. Ciascuno dovrebbe fare il suo lavoro in pace”.

C’è dunque un po’ di tensione tra cliente e fornitore. Non bisogna escludere un divorzio clamoroso a fine stagione se la situazione non dovesse migliorare da qui al termine del campionato di Formula1 2015. Molto dipenderà anche dagli eventuali cambiamenti di regolamento per il Mondiale 2017.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori