Valtteri Bottas (Getty Images)

F1 | Bottas mostruoso in Australia, unico ad emozionare

Come spesso accade in occasione del GP di Melbourne, quello che si è vissuto questa domenica lungo tutte le 58 tornate in programma è stato una sorta di trenino con solo qualche variazione di tanto in tanto. Solo un pilota è stato in grado in conferire energia all’evento. Valtteri Bottas.

Animato da una “sisu” finnica che lo ha lasciato, lui stesso, senza parole, il driver di Nastola, ha scavalcato con aggressività il suo compagno di box Lewis Hamilton allo spegnimento dei semafori e da lì non ha mai perso la prima posizione. Ha martellato duro il 29enne della Mercedes, segnando giri veloci a raffica e alla bandiera a scacchi è giunto con 20″ di anticipo rispetto al 5 volte iridato e un bonus guadagnato per la sua rapidità sulla prestazione.

“Ieri in Q3 sono riuscito a recuperare un paio di posizioni, ma Ham è andato meglio e si è preso la pole. In corsa sapevo che per vincere avrei dovuto passarlo al via. Combattere con il tuo team-mate, che dispone della tua stessa macchina, non è mai semplice. Vedere quanto distacco gli ho dato è davvero di grandissima motivazione“, ha proclamato gaudente al traguardo. “All’inizio ho gestito provando a guadagnare e quando ho notato che ci riuscivo, ho continuato con il mio passo“.

E’ un successo importantissimo, ma se non sono riuscito ad ottenerlo prima è stata solo per colpa mia. Per altro è arrivato su una pista che non reputo fra le mie preferite, dunque questa cosa mi carica ancor di più in vista dei prossimi round. Non potevo cominciare in modo migliore. E’ stata la mia corsa più bella della carriera”, ha proseguito tra l’incredulo e l’estasiato.

Quindi sui 26 punti conquistati all’Albert Park, il #77 ha detto: “Il punto extra lo volevo fortemente anche per dimostrare la mia superiorità e così ho fatto. Non ho corso rischi, le gomme hanno funzionato alla grande e tutto era sotto controllo“.

Infine Bottas ha concluso con una dedica speciale a Charlie Whiting, lo storico direttore di gara, scomparso all’improvviso giovedì mattina, quando si stava preparando per recarsi sul tracciato: “Questo successo è per lui, per tutto il lavoro che ha fatto. Significa molto per noi piloti“.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori