CONDIVIDI
Arteon Active Lighting System

Novità dal futuro in casa Volkwagen. La Arteon illumina le curve ancora prima che il guidatore inizi
a sterzare. Le luci dinamiche di svolta utilizzano i dati forniti dalla telecamera anteriore e dal navigatore. In particolare di notte, anche le frazioni di secondo diventano importanti: trovare un ostacolo inatteso nel buio è un rischio che può verificarsi su una strada di campagna con molte curve, come pure dietro l’angolo in una
zona residenziale poco illuminata.

Per evitare questo genere di sorprese, la Arteon è la prima Volkswagen a offrire le luci di svolta dinamiche con una
nuova funzione di controllo predittivo. I doppi proiettori a LED di serie sono in grado di illuminare le curve fino a due secondi prima che l’auto cominci ad affrontarle. Il nuovo sistema di illuminazione della Arteon può vantare queste “capacità di previsione” grazie all’interazione con la telecamera anteriore e con il sistema di navigazione.

In Italia, la Arteon Elegance e la Arteon Sport montano di serie fari con regolazione automatica delle luci abbaglianti Light Assist che, avvalendosi di una telecamera, accende e spegne automaticamente gli abbaglianti in funzione dei veicoli provenienti in senso contrario. Questi due allestimenti sono anche dotati di serie dell’Active Lighting System.

Prima ancora di affrontare la curva, i doppi proiettori a LED ne illuminano perfettamente la traiettoria. L’Active Lighting System – un pacchetto tecnologico – utilizza i doppi proiettori a LED e comprende, tra le altre cose, il sistema di abbaglianti permanenti a regolazione dinamica Dynamic Light Assist (sistema interattivo di abbaglianti permanenti, una funzione del Light Assist), nonché le luci di svolta dinamiche con regolazione predittiva.

La novità consiste nella funzione grazie a cui la curva viene illuminata perfino in anticipo, sulla base delle immagini della telecamera anteriore e dei dati relativi al percorso del sistema di navigazione. In questo modo la Gran Turismo è in grado di illuminare la traiettoria della curva prima ancora che il guidatore la affronti. Inoltre, il cono di luce dei fari è diretto in modo ottimale al raggio della curva, eliminando il fenomeno di dispersione della luce in direzione del ciglio della strada.