CONDIVIDI
(©Getty Images)

Il gigante automobilistico Volkswagen ha segnato un nuovo record: entro la fine del 2017 supererà la soglia dei 6 milioni di veicoli assemblati. Un numero che finora il colosso tedesco non era mai riuscito a raggiungere.

Il primato è stato reso possibile grazie all’ampia gamma di modelli, oltre 60, che vengono prodotti in 50 stabilimenti situati in 14 paesi di tutto il mondo. Tra le automobili più gettonate Golf, Polo e Passat, seguite da Jetta, Arteon e T-Roc. L’aumento della produzione è stato possibile anche grazie all’espansione sul mercato cinese del Gruppo Volkswagen, presente soprattutto con la Santana, una tre volumi media che condivide la piattaforma con le Skoda Rapid e Seat Toledo. Anche grazie a questo modello l’azienda è riuscita a superare il muro dei 150 milioni di vetture costruite dal 1945 a oggi.

Nel futuro prossimo ci sono altri modelli in arrivo, tra cui una moltitudine di veicoli elettrici, quindi il traguardo della produzione raggiunto nel 2017 non sarà un caso isolato. La priorità assoluta è di rafforzare il segmento dei SUV destinato a raggiungere 19 modelli entro il 2020. Questo si tradurrà in una quota del 40 percento dell’intera gamma di modelli VW.

“Più di sei milioni di veicoli prodotti in 12 mesi mostra una cosa soprattutto: i nostri stabilimenti e dipendenti migliorano continuamente le loro competenze produttive. Abbiamo team di produzione leader in grado di gestire con successo la crescente domanda da parte dei clienti”, ha dichiarato Thomas Ulbrich, responsabile della produzione e della logistica di Volkswagen.