CONDIVIDI

Mini IbridaLa prima Mini Cooper ibrida, al momento delle presentazione dello scorso Giugno sembrava, come spesso accade, solo una concept car, un esercizio progettuale, un’idea futuribile da realizzare nel tempo. Ed invece, com’è nel DNA del marchio inglese, la voglia di primeggiare ha avuto il sopravvento bruciando le tappe. Ecco dunque, in anticipo rispetto alle più rosee previsioni, la prima Mini Cooper elettrica, la prima a doppio propulsore, uno termico ed uno elettrico, la prima con tecnologia plug-in, ovvero con la possibilità di ricaricare gli accumulatori tramite corrente. La prima e, per il momento, unica di questa categoria.

Com’è la Mini Cooper ibrida

La Mini Cooper ibrida si presenta al mercato con la sua veste tecnologica più raffinata ovvero quella della versione Countryman S All4. Le differenze rispetto alle versioni spinte dai soli  motori termici sono solo in alcuni ma caratterizzanti particolari estetici. Come il nuovo colore giallo della S ed il “tappo” della presa di corrente posizionato sul parafango sinistro proprio dietro al passaruota. Ovvio che tutte le vere differenziazioni siano “dentro”.Mini Cooper Countryman S E ALL4

Sotto il bagagliaio c’è l’alloggiamento della doppia batteria da 7,6 KWh e del propulsore elettrico in grado di erogare una potenza di 88 CV direttamente sull’assale posteriore. A questo si abbina, sull’assale anteriore, il termico: un tre cilindri turbo a benzina da 1,5 litri dotato di 136 CV. Particolare il sistema di controllo della trazione: anteriore quando si viaggia a benzina, posteriore quando si sfrutta l’elettrico, integrale in caso di perdite di aderenza.

Gli esterni

Come detto le linee della Mini Cooper ibrida Countryman SE All4 riprendono in tutto e per tutto le Countryman “normali”. muso imponente ed aggressivo con la calandra caratterizzata dalla S gialla.

Mini Cooper ibrida
Mini Countryman S E All4 – calandra – photo web

Sulle fiancate e sul posteriore compare la E a ricordarci che questa è una ibrida. Nella parte sinistra, come detto, dietro la ruota c’è la presa per la ricarica tramite rete elettrica.

Mini Countryman S E All4 – ricarica plug-in

La linea di questa cross-country rimane sempre originale ed affascinante. Una vettura muscolosa ed elegante al tempo stesso che si fa apprezzare ancora oggi dopo alcuni ritocchi, anche nelle dimensioni, nella sua unicità nonostante i quasi 8 anni dalla sua presentazione al salone dell’auto di Parigi del 2010.

Gli interni

Gli interni della Mini sono realizzati con materiali morbidi di elevata qualità, rifinitura ed assemblaggio. La strumentazione tonda e tutto l’infotainment con schermo touch da 8,8 pollici sono decisamente Mini. Molto bello anche al tatto il volante realizzato in pelle e con tutti i comandi riportati per un maggior comfort di guida

Mini Countryman S E All4 – interni

Nuove le bocchette per l’aria ora di forma più squadrata. Al centro, sopra il cambio i 5 bilancieri con il comando di accensione il centrale, caratterizzato nella versione ibrida dallo stesso giallo della “S” che ritroviamo sugli esterni. Estremamente interessante l’opzionale head-up display che riporta proietta su un piccolo schermo posto sopra al volante velocità ed altre info tra cui il navigatore per una maggior concentrazione di guida.

Mini Countryman S E All4 – head-up display

L’ultimo restyling ha sensibilmente migliorato l’abitabilità unico neo il divano posteriore che per esigenze dell’ibrido è fisso per far posto ai pacchi batteria che sono alloggiati sotto il bagagliaio.

Alla guida

Mettiamo in moto la nuova Mini Cooper Ibrida ed usciamo a fare un giro con la Countryman S E ALL4.  La prima sensazione è estremamente gradevole. Il cockpit è un concentrato di forme tondeggianti e luci che ci fa quasi pensare di essere a bordo di una piccola ed affascinante astronave. Tutta la strumentazione risulta piacevole ed a colpo d’occhio tutto è sotto controllo. Appena si tocca il gas l’auto schizza in avanti pronta e silenziosa.

Mini Countryman S E All4 – interni – photo web

Nella guida cittadina, la vettura risulta subito “tua da sempre” sia per maneggevolezza e la precisione dello sterzo che per la facilità con cui ci si sposta. Rapida nel prendere velocità dai semafori, o dopo un rallentamento; dote, questa, accentuata dall’ottimo cambio automatico a sei marce. L’elettrico permette spostamenti lunghi (circa 40 Km) nella più totale assenza di rumore, in tutto relax e silenzio. Questa “crossover” è molto apprezzabile anche nei percorsi extraurbani, nonostante i quasi 200 Kg di sovrappeso rispetto alle Countryman “tradizionali”. Il motore termico si disimpegna molto bene nel misto, da vera sportiva, grazie all’ottima stabilità garantita dalle scelte di assetto dei progettisti.

Mini Countryman S E All4 – posteriore

Qualche lieve rumore di rotolamento ed aerodinamico si avvertono in autostrada. Ma il comfort a bordo rimane comunque elevato. L’esperienza di guida è di un’auto assolutamente divertente anche perché, in totale, il sistema di propulsione genera una coppia da 385 Nm con 224 CV. Sono solo 7 in meno rispetto alla mitica John Cooper Works. Ma qui, come autonomia, di chilometri se ne fanno tanti.

Mini Countryman S E All4 – motore termico

La Mini ibrida offre, attraverso il toggle eDrive di scegliere tra tre diversi programmi di gestione dell’interazione dei due motori:

Auto eDrive

Con questa modalità e le batterie con almeno il 7% di carica consente una guida in solo elettrico sino ad 80 Kmh. Superata tale sogli si accende il termico.


Max eDrive

Selezionando questa modalità si posso raggiungere i 125 Kmh di velocità massima in solo elettrico fino ad un massimo di circa 40 Km. di percorrenza.

Save Battery

Così si viaggia col solo motore termico per conservare il 90% delle batterie o per ricaricarle, tramite il motorino di avviamento, sino a tale soglia.

Mini Countryman S E All4 – eDrive – photo web

Le prestazioni dichiarate da Mini

Modello: Countryman Cooper S E ALL4
Costi: da 38.800 €
Motore termico: 1499 cc twinturbo benzina 3 cilindri 136 CV
Coppia: 220 Nm
Motore elettrico: 88 CV 
Coppia: 165 Nm
Potenza totale: 224 CV
Coppia totale: 385 Nm
Trazione:
integrale
Cambio:
Cambio Automatico doppia frizione EDC
Consumo medio dichiarato: 47,6 Km/litro
Velocità massima: 198 Kmh
Accelerazione 0-100 km/h: 6,7 sec
Misure:
lung430 x alt. 156 x larg. 182
Peso:
1660 Kg
Bagagliaio:
405 – 1390 litri

Cosa dicono di lei

Quattroruote.it: “grande potenza e ottime prestazioni, mentre i consumi medi non sono bassi in assoluto

Al Volante.it: il 1.5 turbo a benzina e il motore elettrico erogano assieme 224 CV, rendendo vivace la crossover. Peccato per il baule meno sfruttabile.

Omni Auto.it:E’ molto potente ma si conferma facile e perfetta per tutti i giorni. La dotazione è migliorabile”.

Panorama Auto.it: “La Countryman plug-in nella sua versione ibrida consuma poco e va forte”.

Le nostre considerazioni

La nuova Mini Cooper ibrida, vestita Countryman S All4, è una vettura estremamente affascinate che vuole esser l’inizio della nuova sfida del marchio anglo-tedesco a questo settore del mercato. Una dimensione dove si riescono a coniugare, grazie all’elevata tecnologia, prestazioni da sportiva e consumi da utilitaria. Mini ha pensato quest’auto come una vettura innovativa, la prima della classe in tutto che non vuole essere esclusiva e, senza offesa, non per tutti. Le stesse frasi introduttive che leggiamo sul sito Mini.it parlano chiaro: “Abbiamo preso tutto ciò che ami di MINI e l’abbiamo trasportato in una nuova dimensione. Tutta la potenza dell’elettricità, domata per offrirti un’esperienza travolgente. Un elettrizzante mix di tecnologia ed emozioni”. Ed il risultato ha pienamente centrato quanto i tecnici si erano prefissati. Se avete la possibilità di spendere circa 40 mila euro per questo raffinatissimo “sfizio”, non perdete l’occasione di provare la Mini Cooper Countryman S E All4.
Buona Guida
CS

 

Il video ufficiale dal sito Mini.it