CONDIVIDI
(foto dal web)

Per il momento, è possibile ordinare la 911 Cabriolet solo nella variante Carrera S e con cambio automatico a doppia frizione, anche se la Porsche ci inviterà a scegliere tra due ruote motrici e quattro. A tempo debito, ci sarà una versione Carrera più economica e leggermente meno potente e l’opzione di un cambio manuale.

Oltre a tutte le revisioni e gli aggiornamenti visibili sul modello con tetto fisso, come la struttura della carrozzeria che ora è di due terzi in alluminio e la stessa larghezza sugli archi posteriori, indipendentemente dalla potenza e dal numero di alberi di trasmissione, più una carreggiata anteriore più larga di 46 mm e, naturalmente, il design esterno più accattivante, la Cabriolet aggiornata vanta una serie di piccole ma significative caratteristiche.

Il cofano in tela, ad esempio, ha al suo interno una serie di archetti metallici che mantengono la sua forma a qualunque velocità, ciò significa che la Cabriolet riproduce quasi perfettamente la linea del tetto della coupé.

Il nuovo tettuccio può essere sollevato o abbassato in soli 12 secondi mentre l’auto si muove a velocità fino a 50 km/h. In termini di raffinatezza e isolamento, non è quindi molto diverso dal tetto metallico della coupé, e questo, unito al profilo migliorato, significa che i compromessi che si devono accettare quando si sceglie la Cabriolet sono minori di quanto non lo siano mai stati.

La 911 Cabriolet Carrera 4S ora si trova a pesare più di 1700 kg.

Il peso sostanziale della 911 Cabriolet sembra meno significativo se si considerano i 444 CV che ha sotto il cofano. Il 6 cilindri piatti da 3.0 litri ha turbocompressori più grandi di prima che sono comunque più veloci per rispondere agli input dell’acceleratore, riducendo il ritardo. Il cambio, nel frattempo, ora ha otto rapporti invece di sette.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori