CONDIVIDI

Nuova Jaguar XF
Nuova Jaguar XF (foto Twitter)
Presentazione estrema per la seconda generazione della nuova Jaguar XF, sospesa a 18 metri di altezza su due cavi in carbonio lunghi 240 metri posizionati sul Royal Dock di Canary Wharf, dove l’hanno fatta scivolare da una sponda all’altra del Tamigi (Londra), pilotata da un’esperto stuntman, Jim Dowdall, lo stesso di molte scene spettacolari dei film di James Bond e d’Indiana Jones.

 

La Nuova Jaguar XF al Salone di New York 2015

Dopo la presentazione circense a Londra, il debutto vero e proprio sarà dall’altra parte del Mondo, al Salone di New York, dove la Jaguar porterà diverse modelli del gruppo. Ma la nuova Jaguar XF nasconde molte novità e la più importante è il telaio con il 75% di alluminio, che fa perdere peso alla berlina Jaguar, con una differenza dal modello precedente di 190 kg. La XF è costruita sulla piattaforma modulare in alluminio iQ(Al), la quale viene condivisa con la XE, e in futuro con il crossover F-Pace. Grazie a questa struttura la rigidità torsionale è stata incrementata del 28%. In pratica le dimensioni in confronto alla vecchia XF sono cambiate di pochissimo essendo 3 mm più bassa e 7 mm più corta, ma il passo è cresciuto di ben 5 cm, e adesso misura 2,96 metri.

La Jaguar XF in seguito alla perdita di peso ed alle misure messe in atto da Jaguar per il contenimento di consumi ed emissioni, secondo i dati dichiarati, con la motorizzazione più efficiente fa segnare 104 g/km di CO2, e secondo Jaguar è la più virtuosa del suo segmento.

New Jaguar XF  (Fonte FaceBook)
New Jaguar XF (foto Facebook)

Per quanto riguarda le sospensioni, all’anteriore sono a doppi triangoli, e al posteriore sono “Integral Link”. La ripartizione dei pesi ha un rapporto di 50:50 e l’assetto si può anche personalizzare con ammortizzatori Adaptive Dynamics e il sistema Jaguar Configurable Dynamics. Nuovo anche il sistema di “torque on demand” per i modelli a trazione integrale, reso più leggero, silenzioso ed efficiente, che impiega lo stesso sistema di trasmissione già in uso sulla Jaguar F-Type, l’Intelligent Driveline Dynamics. Per migliorare il comportamento su strada, la XF ha in dotazione il sistema ASPC che ottimizza freni e acceleratore in funzione del fondo stradale.

I motori della Jaguar XF si compongono di tre unità a benzina, il 2,0 litri turbo da 240 CV e 340 Nm di coppia, e il 3,0 litri V6 volumetrico, disponibile nelle versioni da 340 CV o 380 CV, entrambe con una coppia di a 450 Nm, tutti abbinati, di serie, al cambio automatico a otto marce. Tre sono i motori diesel, con un’entry level da 2,0 litri e 163 CV con 380 Nm di coppia, che secondo Jaguar è il diesel non ibrido più efficiente del segmento. Più in alto è posizionata la versione da 180 CV e 430 Nm di coppia, abbinati entrambi a un cambio manuale a sei marce ma con la possibilità, a richiesta,  dell’automatico a 8 marce. Diverso discorso per il nuovo 3.0 V6 biturbo, capace di erogare 300 CV e 700 Nm di coppia, abbinato soltanto al cambio automatico.

Per finire sulla Jaguar XF debutta il sistema di infotainment “InControl Touch Pro”, con schermo da 10,2 pollici. Anche il quadro strumenti è costituito da un display Tft da 12,3 pollici, completamente digitale e ampiamente personalizzabile. Per ammirarla prima del Salone di New York, guardate il video della funambolica presentazione di Londra caricato sul canale YouTube della Jaguar Italia.