CONDIVIDI

Fra tutti i modelli Fiat, l’ultima Punto possiede il listino più lungo di tutti: di Evo, infatti, abbinando fra loro i vari allestimenti e le differenti motorizzazioni ne sono disponibili ben 57 versioni.

Senza contare la corrispondente Abarth. Ma se quest’ultima è smaccatamente destinata agli smanettoni dichiarati, che dire degli altri amanti della guida dinamica ma non così disposti a “fare outing” delle prestazioni disponibili ad ogni stop o incrocio di sguardi?

Bene, fra tutta quella scelta che il listino lungo rende disponibile, c’è qualcosa di adatto anche per i giovani rampanti che vogliono mantenere una certa raffinatezza o ai quali comunque non dispiace un po’ di understatement: la Punto Evo in allestimento Sport con motore 1.4 turbocompresso dotato della più recente fra le tecnologie del Gruppo Fiat (in particolare della FPT РFiat Powertrain Technologies) ovvero la distribuzione MultiAir.

Vedremo in dettaglio più avanti le caratteristiche specifiche di questa innovazione ormai in fase di superamento del debutto su strada (l’abbiamo già vista con le Alfa MiTo) che, oltre a garantire una potenza nemmeno tanto inferiore alla versione Abarth (135 cavalli anziché 165) ha il pregio di aggiungere raffinatezza tecnologica a quella ottenuta mediante le altre particolarità relative ad estetica e dotazione. Perché la linea riesce a dare la giusta importanza alla vettura senza essere troppo seriosa, mentre la ricchezza della dotazione, intesa sia come quantità di accessori disponibili sia come consistenza degli stessi, fa il resto per chi vuole sì il dinamismo, ma non per questo riesce a rinunciare al confort e ai piaceri della guida anche in relax.

Auto.it