CONDIVIDI

Ecco a voi l’ultima arrivata nella gamma delle 4×4: la Fiat Panda Cross, presentata a marzo al Salone di Ginevra e attesa sul mercato entro il prossimo settembre.

Sia gli esterni che l’abitacolo sono contraddistinti da una serie di dettagli estetici ben riconoscibili, mentre a livello di meccanica il “pezzo forte” è la nota trazione integrale “torque on demand” con differenziale a bloccaggio elettronico e modalità di guida Auto, Off-road o Hill Descent Control.

Per quanto riguarda le sospensioni, la Cross conferma la formula già adottata per la 4×4, con il McPherson all’anteriore e il ponte torcente al posteriore (l’altezza da terra raggiunge i 161 mm sulla TwinAir e i 158 sulla Multijet, gli angoli di attacco, di dosso e di uscita salgono a 24, 21 e 34 gradi, mentre il condotto d’aspirazione sulla diesel è a 739 mm da terra e sulla benzina a 711). Per i penumatici, invece, la scelta è caduta sugli speciali 185/65R15 M+S.

Sul versante dotazioni, sono di serie clima automatico, radio Cd Mp3 con Blue&Me e comandi al volante, cerchi in lega bruniti da 15″ retrovisori riscaldabili e regolabili elettricamente, fendinebbia, volante e pomello del cambio in pelle e controllo della stabilità, mentre nel lungo elenco di optional spicca il City Brake Control per la frenata automatica alle andature urbane.

Quanto alle motorizzazioni, la Cross è disponibile con il TwinAir Turbo da 90 CV e 145 Nm (da 1.900 a 3.000 giri, con cambio manuale a sei marce con prima corta per l’impiego in off-road) e il 1.3 Multijet da 80 CV e 190 Nm (da 1.500 giri), entrambi dotati di Start&stop, con consumi rispettivamente di 4,9 l/100 km (per 114 g/km di CO2) e 4,7 l/100 km (per 125 g/km di CO2).

Quanto basta per soddisfare una clientela esigente e sofisticata, ma anche disposta a spendere, visto che il listino prezzi parte da 19.460 euro.

(foto Twitter)
(foto Twitter)

Redazione