CONDIVIDI
foto Twitter
foto Twitter

Dopo 60 anni dalla nascita della prima Citroen DS19 il marchio DS diventa un brand Premium, che fa parte del gruppo PSA, e una delle prime auto a debuttare con il nuovo marchio è la DS5, che incarna il concetto di esclusività, punto di riferimento del nuovo brand DS.

 

DS5, Cockpit in stile aeronautico

Per poter diventare “Premium” la DS5 si è rinnovata sia esternamente che internamente. L’esterno è stato reso moderno montando proiettori LED, profili cromati e doppio scarico integrato nel paraurti, invece l’abitacolo è stato impreziosito riunendo i comandi principali in due console montate centralmente, una in posizione classica con un touchscreen da 7 pollici che condensa molte funzioni prima demandate ai pulsanti, l’altra montata nel sottotetto, che comprendono switch, pulsanti e rotelle, ispirati al mondo aeronautico come tutto il Cockpit che è strutturato attorno al pilota.

Lo schermo touchscreen da 7 pollici, oltre al navigatore e alle principali funzioni dell’auto, permette anche la funzione New Mirror Screen per potersi interfacciare con gli smartphone e a settembre sarà abilitata MyDS, applicazione mobile che aiuta il guidatore negli spostamenti sia in auto che a piedi.

Le motorizzazioni della nuova DS5 sono tutti PSA con potenze da 120 a 200 cavalli e consumi da 3,8 litri a 4,3 litri per 100 chilometri percorsi, questo per quanto riguarda i diesel e i benzina. Al top dei consumi si colloca la Hybrid 4×4 che garantisce un consumo di 3,5 l/100 km sul misto, con emissioni di 90 g/km di CO2, indipendentemente dalle quattro modalità di funzionamento, Auto, ZEV, 4WD e Sport. E’ prevista per la fine dell’anno la “sportiva” della DS5 con motore 1.6 litri THP da 211 cavalli e una coppia di 285 Nm.

Il listino prezzi della DS5 parte da 30.900 Euro per la versione BlueHDi 120 S&S CHIC fino ad arrivare a 47.250 Euro per la versione Hybrid 4×4  Edizione 1955.