CONDIVIDI

Nuova Audi R8: design più sportivo, motori più potenti

Le nuove Audi R8 Coupé e Spyder sono nate per la pista e costruite per la strada, caratterizzate da un design iper sportivo e e più aggressivo rispetto alle precedenti edizioni. Ridisegnata la griglia single frame più ampia, il nuovo splitter può contare su di una superficie maggiorata, così come le aperture alla base dei gruppi ottici posteriori e la griglia in corrispondenza dell’estrattore. La nuova Audi R8 sarà nelle concessionarie entro il primo trimestre del 2019 (Per tutte le novità del 2019 CLICCA QUI).

I motori della nuova Audi R8

Una delle novità più importanti sta nei motori, condivisi con Lamborghini, che crescono in potenza e coppia, offrendo una risposta immediata alla minima pressione dell’acceleratore che sa dare solo un V10 aspirato. La configurazione base passa da 540 a 570 Cv, mentre la coppia cresce di 20 Nm: da 540 a 560 Nm. Audi R8 V10 Quattro scatta così da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi (Coupé) e 3,5 secondi (Spyder) garantendo una velocità massima di 324 e 322 km/h. L’Audi R8 V10 Performance Quattro ha un propulsore in grado di erogare 620 Cv (+10 CV rispetto alla precedente versione Plus), con un picco di coppia di 580 Nm (+20 Nm). La Coupé copre lo 0-100 km/h in 3,1 secondi, la Spyder in 3,2 secondi. La velocità massima raggiunge, rispettivamente, i 331 e 329 km/h. Il propulsore, in entrambi gli step di potenza, è abbinato al filtro antiparticolato. Ricalibrata anche la servoassistenza, sia con lo sterzo elettromeccanico di serie, sia con lo sterzo dinamico disponibile a richiesta.

Altri dettagli della nuova R8

Alle modalità di marcia integrate nel sistema Audi Drive Select si aggiungono, nel caso della R8 V10 Performance Quattro, i programmi dry, wet e snow che influiscono sulla taratura del controllo elettronico di stabilizzazione ESC. La nuova Audi R8 è equipaggiata, di serie, con cerchi da 19 pollici. A richiesta sono disponibili ruote da 20 pollici ultraleggere con design a 5 razze a V che garantiscono una superiore reattività. Audi propone, in alternativa all’impianto standard con superfici d’attrito in acciaio, i dischi carboceramici. A richiesta, la barra antirollio anteriore è realizzata in alluminio e carbonio misto a poliuretano termoplastico, garantendo una riduzione di peso di 2 kg.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori