CONDIVIDI

La Mercedes si appresta a lanciare una versione riveduta e corretta delle sua monovolume compatta, che arriverà nelle concessionarie italiane a novembre, dopo il debutto ufficiale al prossimo Salone di Parigi 2014, in tre nuovi allestimenti – Style, Urban e AMG Line – e relativi pacchetti di accessori che offrono maggiori possibilità di personalizzazione.

Forte del successo riscosso dalla seconda generazione della monovolume, la Mercedes Classe B restyling mantiene la MFA (Mercedes Front Wheel Drive Architecture), usata per le trazioni anteriori (convertibili a integrali) anche della Classe A, CLA e GLA, ma si presenta con un design aggiornato, teso a comunicare la sua anima sportiva e vincente.

Il frontale, i gruppi ottici (a Led a pagamento), la mascherina e il paraurti beneficiano di una salutare “rinfrescata”, ma anche l’abitacolo è stato perfezionato nelle finiture e, grazie alla Mercedes Connect Me, vanta ora un più ricco sistema di infotainment.

Quanto alle motorizzazioni, per Mercedes Classe B restyling è disponibile il 1.5 CDI, turbodiesel da 90 (Classe B 160 CDI) e 109 cavalli (B 180 CDI), con consumi di appena 25 km/litro, che nell’allestimento BlueEfficiency da 109 cv diventano 27,8 (3,6 l per 100 km). Ma anche gli over “duemila” a gasolio, ovvero i 2.2 litri, la B 200 CDI da 136 cv e la B 220 CDI da 177 cv (0-100 km/h in 8”3, velocità massima di 224 km/h).

Per i benzina invece si può scegliere tra 2 versioni del 1.6: la B 180 da 122 cv (l’allestimento BlueEfficency fa 19,2 km/litro) e la B 200 da 156 cv. La B 220 4MATIC è l’unica a trazione integrale con un 2 l da 184 cv, mentre al top c’è la B 250 sempre col 2 l, ma da 211 cv.

C’è poi la versione “virtuosa” a metano, la B 200 Natural Gas Drive, che col 2.0 da 156 cv (270 Nm di coppia) garantisce prestazioni più che soddisfacenti (0-100 in 9”2, 9”1 col cambio 7G-DCT a doppia frizione e 200 km/h di velocità massima) e consumi di appena 4,3 kg di metano per 100 km, con un’autonomia a gas naturale di 500 km. In arrivo anche la B Electric Drive, una variante a 0 emissioni.

Il prezzo per il mercato italiano non è stato ancora reso noto, ma in Germania oscilla per il momento tra 27.100 e 38.200 euro.

Redazione

(foto Twitter)
(foto Twitter)