CONDIVIDI

Nel momento in cui si sostituiscono gli pneumatici alla propria auto, ci si trova di fronte ad una scelta molto importante non soltanto relativa alla marca dello pneumatico ma, soprattutto, alla tipologia di gomme da utilizzare sull’autovettura.

Non è sempre facile prendere la decisione giusta in questi casi, visti anche gli obblighi di legge che, a partire dal 15 novembre e fino al 15 aprile dell’anno successivo, impongono l’utilizzo di gomme invernali o la dotazione di “mezzi antisdrucciolevoli” per circolare in determinati tratti della rete stradale e autostradale.

Se non ci si vuole preoccupare di questi obblighi, evitando di effettuare il cambio gomme da estive a invernali prima dell’entrata in vigore delle ordinanze che disciplinano l’uso di gomme termiche, si può optare per il montaggio dei cosiddetti pneumatici all season come le gomme 4 stagioni Bridgestone, una pratica che, negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede e che permette di circolare con pneumatici adatti ad ogni stagione ed essere in regola con le normative.

Prima però di decidere se le gomme 4 stagioni fanno al caso nostro, invece di optare per l’utilizzo degli pneumatici invernali con conseguente doppia sostituzione durante l’anno, vediamo le principali caratteristiche di questi due tipi di pneumatici.

Le gomme 4 stagioni, omologate per essere utilizzate durante tutto l’anno, sono caratterizzate da una mescola molto più morbida rispetto alle gomme estive, cosa che serve a garantire elasticità ed aderenza dello pneumatico anche a basse temperature.

Anche la scolpitura del battistrada è molto più elaborata rispetto alle gomme normali, ricca di lamelle e profili (ma non quanto le gomme invernali) atti a drenare in maniera più efficace acqua e neve dalla superficie di contatto tra pneumatico ed asfalto.

In poche parole le gomme 4 stagioni sono una via di mezzo tra le gomme estive e gli pneumatici invernali con il vantaggio di avere prestazioni soddisfacenti in ogni stagione (anche se hanno un consumo del battistrada più accentuato), fermo restando che il loro uso è indicato nelle zone e nelle regioni caratterizzate da climi miti, con inverni non eccessivamente freddi ed estati non troppo calde.

Gli pneumatici all season sono progettati per offrire una buona aderenza in ogni condizione del manto stradale: dal caldo asfalto estivo a quello bagnato delle mezze stagioni, fino ad arrivare al fondo con fango, neve o ghiaccio dell’inverno.

Gli pneumatici invernali o gomme termiche sono invece appositamente progettati per esprimere il massimo delle prestazioni con i climi più rigidi e le situazioni di fondo stradale più avverse, fornendo risposte sempre al top, massima aderenza, spazi di frenata ridotti e consumi del battistrada minimi (durante la stagione invernale).

C’è da dire, inoltre, che in alcune regioni caratterizzate da inverni molto rigidi, il doppio treno di gomme estive/invernali è senza dubbio la scelta migliore da fare, nonostante si debba mettere in conto di dover andare incontro al cambio gomme completo due volte all’anno.

In definitiva l’utilizzo delle gomme 4 stagioni si rivela un’ottima scelta se si guida in zone dove raramente le strade sono innevate o ghiacciate e le temperature non sono eccessivamente basse, dato che la differenza di prestazioni con le gomme invernali è praticamente trascurabile, con gli pneumatici all season che possono farci risparmiare qualcosa sia in termini monetari che in termini di tempo da dedicare alla messa a punto della nostra auto.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori